admin

Suor Meena Barwa, insieme a altre tre suore e a 16 donne cattoliche sono andate ieri in una prigione del Madya Pradesh per legare un “rakhi” al polso di diversi carcerati, una cerimonia simbolica che fa diventare “fratello e sorella”. Suor Meena ha legato il rakhi a “dieci fratelli”.

Suor Meena è una sopravvissuta a violenze e stupro durante il pogrom anticristiano nel Kandhamal (Orissa) nel 2008. Il rito celebrato è quello del Raksha Bandhan (in hindi: “il legame della protezione”). Esso è legato alla omonima festa indù - che cade oggi -  in cui si celebra il rapporto fra i fratelli e le sorelle. Durante la festa, le sorelle legano un rakhi (un “sacro laccio”) al polso del loro fratello. È divenuto comune anche celebrare ogni rapporto di amicizia fra uomo e donna, anche se i due non sono biologicamente legati.

Il gesto praticato ieri dalle suore e dai fedeli nella prigione è un modo per diffondere amicizia e dignità fra i detenuti.

Ad AsiaNews, suor Meena spiega: “Ero molto emozionata, e anche in pace. MI ha avvolto un senso di compassione verso queste persone. Essi sono esseri umani che hanno sbagliato e per questo sono incarcerati, ma anche loro hanno delle sorelle, anche loro hanno una famiglia”.

“Di solito noi disprezziamo questa gente in prigione e pensiamo che essi meritano la loro punizione. È raro che pensiamo di loro qualcosa di positivo”.

“È stata la prima volta per me. Io, altre tre suore e 16 donne siamo andate nella prigione e abbiamo legato il rakhi a 89 detenuti. Avevamo programmato la cosa in modo molto semplice: legare il rakhi, cantare due canzoni, segnare la loro fronte con la tipica polvere rossa e servire alcuni dolci.

Dopo aver ottenuto il permesso, siamo arrivate alla prigione verso le 11 del mattino. Era un giorno limpido e luminoso. I prigionieri che abbiamo visitato avevano un’età fra i 20 e i 50 anni.

Non appena abbiamo iniziato a cantare, gli uomini hanno cominciato a piangere e hanno pianto ancora di più mentre legavamo il rakhi. Mi sono commossa e il mio cuore era pieno di compassione e di amore. Molte di noi piangevano insieme a loro.

In passato ho avuto a che fare con prigionieri - dovevo identificare i miei accusatori - e in quell’occasione avevo timore che mi attaccassero. Questa volta sentivo che essi sono esseri umani come noi e hanno gli stessi nostri sentimenti. Ora comprendo di più che essi sono miei fratelli. Dopo la visita e il rakhi, essi sono presenti nella mia mente e penso alle loro famiglie, al loro futuro, alla possibilità di essere riaccettati nella famiglia e nella società. Molti di loro sono giovani… cosa sarà del loro futuro?”.

“Per me - conclude suore Meena - è stato come essere guariti dal violento trauma che ho sofferto 9 anni fa, in questo stesso mese. Una grande pace mi ha invaso”.

Etichettato sotto

Intervista di P. Ugo Pozzoli a Radio Blu.

Etichettato sotto

BIENNIO TEOLOGIA FONDAMENTALE

  • Mag 24, 2017
  • Pubblicato in Notizie

BIENNIO TEOLOGIA FONDAMENTALE

Indirizzo: Teologia dell’esperienza religiosa nel contesto del Mediterraneo

Coordinatrice del Biennio: Prof.ssa Giuseppina De Simone

Il Biennio si propone di offrire una formazione teologica che abiliti alla comprensione e all'annuncio della fede cristiana in dialogo con le culture, i popoli, le religioni. In questo modo, si intende anche rendere un servizio alle Chiese locali nella adeguata preparazione di operatori competenti nel campo del dialogo interreligioso e nella mediazione culturale della tradizione cristiana. In un tempo in cui si costruiscono muri e le religioni sono guardate con sospetto, vogliamo ripartire dall'esperienza religiosa come terreno di incontro e chiave di lettura del contesto in cui operiamo. Trova qui la sua motivazione anche il riferimento al Mediterraneo quale "frontiera": non semplicemente uno spazio geografico, ma un luogo cruciale per la comprensione della storia dell'umanità. Il Biennio vuole essere un laboratorio: uno spazio che mette insieme il rigore della ricerca e dell'approfondimento e la vivacità di un percorso vario e molteplice in cui imparare a pensare facendo esperienza. Di qui il taglio multidisciplinare, l'incontro con testimoni, storie e luoghi significativi, gli itinerari attraverso l'arte, il respiro internazionale. Si tratta di imparare a dare ragione della fede nel tempo del frammento e in un contesto sempre più plurale, nella convinzione che anche la teologia può contribuire alla costruzione di una "cultura dell'incontro".  

Etichettato sotto

Gli ultimi articoli

IV Domenica di Pasqua / B - “Io sono il Buon Pastore …”

20-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

IV Domenica di Pasqua / B - “Io sono il Buon Pastore …”

61ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni At 4,8-12Sal 117I Gv 3,1-2Gv 10,11-18 La quarta Domenica di Pasqua è considerata la...

Leggi tutto

Venezuela: rara malattia continua a uccidere bambini Warao nel Delta Amacuro

19-04-2024 Notizie

Venezuela: rara malattia continua a uccidere bambini Warao nel Delta Amacuro

Il “barcone ospedale” è finalmente arrivato nella comunità di Nabasanuka martedì 16 aprile per assistere a nuovi casi di una...

Leggi tutto

Roraima: nuovi progressi per l'allevamento di bestiame nella Raposa Serra do Sol

17-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Roraima: nuovi progressi per l'allevamento di bestiame nella Raposa Serra do Sol

Il Centro di Formazione e Cultura Indigena presso l'ex Missione IMC di Surumu a Roraima, nord del Brasile, ha ospitato...

Leggi tutto

Ha visto la luce l’ultima fatica di padre Sandro Carminati

17-04-2024 Notizie

Ha visto la luce l’ultima fatica di padre Sandro Carminati

Presenta il libro «Cappuccini bresciani in Rezia» del padre Sandro Carminati, Missionario e studioso scomparso nel 2019 È stato presentato, il...

Leggi tutto

Suor Chiara Strapazzon: Consolatina-allamaniana puro sangue

17-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Suor Chiara Strapazzon: Consolatina-allamaniana puro sangue

Suor Chiara Strapazzon nacque a Velai di Feltre (Belluno) il 13 aprile 1890 da santi genitori. Alla sua entrata nell’Istituto...

Leggi tutto

È morto all’età di 101 anni Padre Bianchi, il missionario della Consolata più anziano

15-04-2024 Notizie

È morto all’età di 101 anni Padre Bianchi, il missionario della Consolata più anziano

Descritto come un missionario appassionato e vivace, padre Antonio Bianchi, IMC, è mancato a Nairobi, Kenya, domenica 14 aprile 2024. Secondo...

Leggi tutto

Venezuela: La morte dei bambini Warao nel Delta Amacuro

15-04-2024 Notizie

Venezuela: La morte dei bambini Warao nel Delta Amacuro

Sono anch'io Warao. Quanti altri? Nel video allegato potete vedere alcune delle tombe dei bambini Warao che stanno morendo in questi...

Leggi tutto

Conferenza della Delegazione di Canada, Stati Uniti e Messico (DCMS)

15-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Conferenza della Delegazione di Canada, Stati Uniti e Messico (DCMS)

I missionari della Consolata della Delegazione di Canada, Stati Uniti e Messico (DCMS) si sono riuniti dall'8 al 13 aprile...

Leggi tutto

Conferenza Regionale della RD Congo riflette sul perdono e la riconciliazione

15-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Conferenza Regionale della RD Congo riflette sul perdono e la riconciliazione

Nel silenzio dell'Eucaristia, presieduta dal padre David Bambilikping Moke, Superiore Regionale, nella mattina del venerdì 12 aprile, si è aperta...

Leggi tutto

onlus

onlus