XXII Domenica del tempo ordinario anno "B"

Pubblicato in Domenica Missionaria
Vota questo articolo
(0 Voti)
{mosimage}Ecco in sintesi il messaggio che la liturgia odierna ci propone: “Osserverete i comandi del Signore e li mettere in pratica” (Det 4,5-6); “siate di quelli che mettono in pratica la parola e non soltanto ascoltatori” (Gc 1,22); “trascurando il comandamento di Dio, voi osservate le tradizioni degli uomini” (Mc, 7,8). La scissione tra fede e vita genera le perversioni della religione.
 
La  prima lettura tratta dal libro del Deuteronomio è una celebrazione dell’adesione alla proposta di Dio espressa nella Legge. Israele è chiamato, in forza dell’elezione divina, ad ascoltare la legge che Dio gli dona e a metterla in pratica, senza alterarla. Come effetto dell’obbedienza, Israele vivrà e avrà fama presso gli altri popoli.
Ecco la risposta del popolo e anche nostra: “lampada per i miei passi e la tua parola” (Salmo 119, 105). La fedeltà all’alleanza, manifestata nell’osservanza della legge, rende palese la vicinanza di Dio al suo popolo. In questa parola troviamo la vera intelligenza e soprattutto scopriamo la presenza di Dio. Il Signore non è da cercare in cieli lontani, ma nella sua parola. La vera religione e, allora la scoperta della vicinanza di Dio proprio nell’esistenza umana.
 
La vera religione fatta di esistenza e di impegno vitale e non solo di parole è a tema anche nella 2ª lettura, tratta dalla lettera di Giacomo. La parola di verità è il punto di convergenza del brano proposto. La parola di Dio ha una sua forza intrinseca; ma porta pienamente frutto solo con la collaborazione del credente. Occorre che la parola trovi spazio nel cuore dell’uomo, reso disponibile ad ascoltarla e a metterla in pratica. Allora essa diviene portatrice di salvezza.
 
La parola di Dio di fatto ha in sé questa esigenza imprescindibile: “non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà  del Padre mio (Mt 7,21); Infatti, “mia madre e i miei fratelli sono coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica” (Lc 8,21). Contro  la tentazione, sempre insidiosa per il credente di ogni tempo, di scindere culto e stile di vita; e di ogni forma di spiritualismo disincarnato e ritualista, il cristianesimo propone un culto spirituale e un sacrificio vivente, fatto di servizio e amore concreto ai fratelli.
 
Su questa impostazione della fede, Gesù è radicale come testimonia l’attacco violento ai farisei del vangelo odierno. Le prescrizioni di purità si erano trasformate in un ossessivo legalismo puritano destinato quasi ad esaurire ogni impegno religioso. Gesù con acutezza oppone queste prassi esteriori al comandamento di Dio. Egli mette in luce come sia falso e vuoto il modo di agire dei farisei: è solo formale il loro culto, dal momento che all’esteriorità dei riti non corrisponde il sentimento interiore e la coerente pratica di vita.
Non si corrisponde alla volontà di Dio moltiplicando l’osservanza formale di leggi con rigidità scrupolosa, ma purificando il cuore e illuminando la coscienza, in modo che le azioni che si compiono manifestino l’adesione al comandamento di Dio che è amore.
 
Spunti pastorali
  •  Il legalismo, il fariseismo, il ritualismo come alibi rispetto ad un impegno di onestà e di giustizia sono tentazioni costanti contro cui di deve levare la voce profetica di ogni discepolo di Gesù. Inoltre sono tentazioni che rendono irrespirabile la vita di fede e rendono anche le nostre comunità un ghetto privandole della forza di lievito e di luce.
  • L’incarnazione esige come parte integrante della missione l’azione per la giustizia: mettere in pratica i comandamenti di Dio, cioè soccorrere gli orfani e le vedove, onorare non solo con le labbra, curare il cuore dell’uomo.
  • Il Vangelo si pone come redenzione dell’uomo reale e non angelico e in quanto tale ha una sua carica secolare e sociale.
1ª lett.:Deut 4,1-2.6-8
2ª lett: Gc 1,17-18.21b-22.27
Vangelo: Mc 7,1-8a.14-15.21- 23
Ultima modifica il Giovedì, 05 Febbraio 2015 20:12

Gli ultimi articoli

Padre Matteo Pettinari: “come buon pastore, si è speso per le sue pecore”

21-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Padre Matteo Pettinari: “come buon pastore, si è speso per le sue pecore”

Il missionario della Consolata italiano padre Matteo Pettinari, quarantaduenne, nato a Chiaravalle (Ancona) e cresciuto a Monte San Vito, è...

Leggi tutto

Il "missionario in cammino" padre Rubén López è andato incontro a Dio

21-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Il "missionario in cammino" padre Rubén López è andato incontro a Dio

Il missionario della Consolata padre Rubén Horacio López è morto la mattina del 19 aprile 2024 a Buenos Aires, in...

Leggi tutto

Venezuela: rara malattia continua a uccidere bambini Warao nel Delta Amacuro

19-04-2024 Notizie

Venezuela: rara malattia continua a uccidere bambini Warao nel Delta Amacuro

Il “barcone ospedale” è finalmente arrivato nella comunità di Nabasanuka martedì 16 aprile per assistere a nuovi casi di una...

Leggi tutto

Roraima: nuovi progressi per l'allevamento di bestiame nella Raposa Serra do Sol

17-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Roraima: nuovi progressi per l'allevamento di bestiame nella Raposa Serra do Sol

Il Centro di Formazione e Cultura Indigena presso l'ex Missione IMC di Surumu a Roraima, nord del Brasile, ha ospitato...

Leggi tutto

Ha visto la luce l’ultima fatica di padre Sandro Carminati

17-04-2024 Notizie

Ha visto la luce l’ultima fatica di padre Sandro Carminati

Presenta il libro «Cappuccini bresciani in Rezia» del padre Sandro Carminati, Missionario e studioso scomparso nel 2019 È stato presentato, il...

Leggi tutto

Suor Chiara Strapazzon: Consolatina-allamaniana puro sangue

17-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Suor Chiara Strapazzon: Consolatina-allamaniana puro sangue

Suor Chiara Strapazzon nacque a Velai di Feltre (Belluno) il 13 aprile 1890 da santi genitori. Alla sua entrata nell’Istituto...

Leggi tutto

IV Domenica di Pasqua / B - “Io sono il Buon Pastore …”

16-04-2024 Domenica Missionaria

IV Domenica di Pasqua / B - “Io sono il Buon Pastore …”

61ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni At 4,8-12Sal 117I Gv 3,1-2Gv 10,11-18 La quarta Domenica di Pasqua è considerata la...

Leggi tutto

È morto all’età di 101 anni Padre Bianchi, il missionario della Consolata più anziano

15-04-2024 Notizie

È morto all’età di 101 anni Padre Bianchi, il missionario della Consolata più anziano

Descritto come un missionario appassionato e vivace, padre Antonio Bianchi, IMC, è mancato a Nairobi, Kenya, domenica 14 aprile 2024. Secondo...

Leggi tutto

Venezuela: La morte dei bambini Warao nel Delta Amacuro

15-04-2024 Notizie

Venezuela: La morte dei bambini Warao nel Delta Amacuro

Sono anch'io Warao. Quanti altri? Nel video allegato potete vedere alcune delle tombe dei bambini Warao che stanno morendo in questi...

Leggi tutto

Articoli correlati

onlus

onlus