Corso anziani: Quarta Settimana

La quarta ed ultima settimana                               In un pellegrinaggio le pause e fermate lungo il percorso ne fanno parte integrante. Servono al pellegrino per verificare il progresso fatto, approfondire il senso della sua camminata e riprendere slancio per la tapa seguente. Vediamo  il nostro corso come una di queste soste nella camminata verso la meta. Fedeli alla metafora abbiamo aperto la settimana con un pellegrinaggio al santuario mariano del Divino Amore. Momento prezioso d’incontro con Maria, da sempre la guida del camminatore. Abbiamo arricchito l’uscita, bnell’andatra con una visita alle Fosse Ardeatine enel ritorno con la visita alla Catacombe di Priscilla. Il giorno dopo, sempre in contesto di pellegrinaggio,  abbiamo fatto della visita alla Basilica di San Paolo Fuori le Mura il momento ideale per fermarci a meditare sul testamento spirituale dell’Apostolo, con una lectio divina su 2 Tm 4,6-8. Abbiamo ancora aggiunto la visita al santuario delle Tre Fontane.

La tematica ispirata alla Bibbia ed esperienza umana volge a conclusione portandoci  sul terreno dell’affettività e della sessualità. Nell’età anziana questi due versi della stessa medaglia mantengono tutta la loro rilevanza. Bisogna saperle gestire con la stessa cura ed avvedutezza con cui si perseguiva questo esercizio nelle fasi precedenti.

Un giovane missionario, P. M. Wamunyu,  é venuto a parlare al gruppo degli anziani. Per esordire ci ha subito garantito che quelli della sua fascia etaria guardano agli anziani nell’Istituto con ammirazione e gratitudine. Poi, sviluppando il tema che gli era stato proposto, ha chiamato l’attenzione sulle aree di pensiero e di comportamento dove, sia da una parte che dall’altra, si può inciampare: luoghi comuni che si trammandano e notizie deformate tendono a nutrire la diffidenza e a incrinare i giudizi; di conseguenza, i rapporti e la fiducia reciproca ne soffrono. Quasi come risposta a questa esposizione siamo andati una sera in visita al seminario di Bravetta per incontrare una ventina di giovani professi, studenti di teologia, nel loro ambiente. Eucaristia in comune e cena condivisa hanno creato l’ambiente per un convivio dove tutti abbiamo sentito una grande vicinanza fraterna e assorbito una forte dose di gioia e speranza.

Poi un missionario anziano, P. G. Mazzoleni, coetaneo e collega di buona parte degli uditori, ha portato il suo contributo di riflessione. Rivisitando un passato comune segnalato da tempo agitati e grandi cambiamenti, perfino dei veri scossoni, ci ha guidato alla costatazione che il percorso é stato un processo di superamento ed integrazione. Ognuno, rimanendo se stesso, é cresciuto, ha maturato  e si sente teso verso il futuro. L’identità missionaria, l’impegno di evangelizzazione, deve trovare adesso espressioni adeguate, alternative ma valide, anche in questa fase finale. Sarà soprattutto un approfondimento del senso della missione e una risposta che riscopre il valore redentivo della preghiera, della sofferenza fino all’imolazione.

Il Superiore Generale che ci aveva accolto con una lettera d’invito adesso é venuto in persona a parlarci. Ci ha fatto sentire cosa muove l’Istituto, dove essso pulsa. Con franchezza ha esposto la necessità e l’urgenza dei passi verso un cambio effettivo nella struttura organizzativa dell’Istituto. Ci ha spiegato i modelli sotto considerazione che saranno presentati al prossimo Capitolo. Questi servono a definire con chiarezza la missione che vogliamo, quella per la quale l’Istituto esiste; puntando su  questa missione l’Istituto vuol prendere nuovo fiatto: rivitalizzarsi.

Sintesi finale                             Come in un lavoro di sintesi si cerca di identificare, per ritenerlo, ciò che é essenziale liberandolo dall’ingombro del superfluo, in vista di un risultato chiaro, così si presenta adesso davanti a noi il vero compito. In questo corso ci sono stati dati mezzi e strumenti. Partiamo da qui illuminati ed incoraggiati a lavorare a questa sintesi. Con uno sguardo sereno a guadagni e perdite del passato dobbiamo adesso mirare chiaramente a un saldo positivo e avviarci fiduciosamente verso l’abbraccio del Padre.

 

 

Gli ultimi articoli

Conferenza Regionale e i 100 anni della presenza in Mozambico

25-05-2024 I Nostri Missionari Dicono

Conferenza  Regionale e i 100 anni della presenza in Mozambico

"Lo Spirito Santo è il protagonista della missione e noi, come missionari, siamo i collaboratori di Dio". Con queste parole...

Prima Giornata Mondiale dei Bambini

25-05-2024 Notizie

Prima Giornata Mondiale dei Bambini

“Ecco il faccio nuove tutte le cose” (Ap 21,5) Indetta da Papa Francesco, Roma ospita questo fine settimana, 25 e 26...

Solennità della Santissima Trinità / B - Dio uno e trino: Padre, Figlio e Spirito Santo

24-05-2024 I Nostri Missionari Dicono

Solennità della Santissima Trinità / B - Dio uno e trino: Padre, Figlio e Spirito Santo

Dt 4, 32-34.39-40; Sal 32; Rm 8,14-17; Mt 28,16-20 Le letture di questa Domenica dedicata alla Santissima Trinità ci immergono nella...

Annuncio storico: Allamano sarà canonizzato

23-05-2024 Notizie

Annuncio storico: Allamano sarà canonizzato

Direttamente da Bogotà, in Colombia, dove sta partecipando alla XIII Conferenza Regionale, il Superiore Generale dei Missionari della Consolata, padre...

Giuseppe Allamano sarà santo!

23-05-2024 Notizie

Giuseppe Allamano sarà santo!

Nell’udienza concessa questo giovedì 23 maggio 2024 al cardinale Marcello Semeraro, Prefetto del Dicastero delle Cause dei Santi, Papa Francesco...

Colombia: rivitalizzare la passione per la missione

22-05-2024 I Nostri Missionari Dicono

Colombia: rivitalizzare la passione per la missione

"Una sola comunità, una sola missione, una sola speranza" è il motto della XIII Conferenza regionale dei missionari della Consolata...

Tratta di persone: è una “pandemia globale"

22-05-2024 Notizie

Tratta di persone: è una “pandemia globale"

Assemblea Generale della Rete Internazionale contro il traffico di esseri umani Talitha Kum - sul tema: «In cammino insieme per...

Sudafrica-Eswatini: rafforzare la vita comunitaria

21-05-2024 I Nostri Missionari Dicono

Sudafrica-Eswatini: rafforzare la vita comunitaria

L'ottava Conferenza della Delegazione dei Missionari della Consolata in Sudafrica-Eswatini si è svolta presso il Pax Christi Centre, diocesi di...

Yanomami: Siamo ancora vivi

21-05-2024 Missione Oggi

Yanomami: Siamo ancora vivi

Dalla violenza totale alle azioni di emergenza. Durante l’incontro organizzato dal Centro Cultures and Mission (CAM) di Torino in Italia, il...

onlus

onlus

consolata news 2

 

Contatto

  • Viale Mura Aurelie, 11-13, Roma, Italia
  • +39 06 393 821