EGITTO - Istituzioni e leader islamici: cordoglio e solidarietà dopo l'ennesima strage di pellegrini copti

Pubblicato in Notizie

05 SL 2 Egypt Bus Attack

E' salito a 10 il numero delle vittime dell'attacco terroristico compiuto venerdì contro un gruppo di pellegrini copti ortodossi partiti in bus dalla città di Sohag e diretti al monastero di Anba Samuel il Confessore, nel governatorato egiziano di Minya. Lo riferiscono media egiziani vicini alla comunità copta, che danno ampio spazio anche agli attestati di vicinanza e solidarietà verso i copti e verso l'Egitto espressi da istituzioni e leader islamici del mondo arabo.

L'agguato stragista è stato rivendicato da una delle sigle locali affiliate alla rete jihadista del sedicente Stato Islamico, accusate di aver perpetrato numerosi agguati mortali contro le forze di sicurezza egiziane soprattutto nella Penisola del Sinai. Oltre alle vittime, l'agguato compiuto con armi automatiche ha provocato anche una ventina di feriti.

Quando si è diffusa la notizia dell'ennesima strage di pellegrini copti, lo sheikh Ahmed al Tayyib, Grande Imam di al Azhar, ha telefonato personalmente al Patriarca copto ortodosso Tawadros II per esprimere al Primate ella Chiesa copta le condoglianze sue e dell'intera comunità accademica e religiosa di al Azhar per le vittime della strage. Anche il Presidente palestinese Mahmud Abbas (Abu Mazen) ha condannato il “vigliacco atto terroristico”, contrario a ogni valore umano e religioso.

Una forte condanna dell'attentato, insieme alle condoglianze alle famiglie delle vittime, è stata espressa anche dal ministero degli esteri del Qatar, mentre dall'Arabia Saudita hanno inviato alle autorità egiziane messaggi di di cordoglio e di riprovazione dell'atto terroristico subito dai copti sia il Re Salman Bin Abdul Aziz al Saud, sia il Principe ereditario Mohammad bin Salman, attuale vice-primo ministro e ministro della difesa saudita. Il Presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi, attualmente in visita a Sharm el Sheikhper prendere parte al “forum mondiale della gioventù”, ha espresso in un messaggio diffuso via twitter il proprio dolore per la sorte dei “martiri” uccisi da “mani perfide che cercano di minare la coesione della nazione egiziana”, confermando l'intenzione di profondere ancora più risorse e energie nella lotta al terrorismo.

Anche la “Casa della Fatwa” (Dar al Ifta al Misryah) - osservatorio egiziano, presieduto dal Gran Mufti d'Egitto e incaricato di diffondere pronunciamenti orientativi e sciogliere dubbi e controversie riguardo all'applicazione dei precetti coranici - ha condannato l'agguato terroristico come “atto vile, che viola le leggi celesti”, ribadendo che gli attacchi ai cristiani sono proibiti dalla Legge islamica.

Mentre lo scrittore egiziano Sharif Shobashi si è scagliato contro l'ipocrisia delle espressioni di cordoglio che si rinnovano davanti a ogni attentato contro i copti, senza metere in atto misure concrete per porre freno alle predicazioni religiose che istigano all'odio settario.

La sepoltura di pellegrini copti uccisi lungo la via che li conduceva al monastero di Anba Samuel è prevista per oggi, sabato 3 novembre.

Ultima modifica il Domenica, 04 Novembre 2018 22:40

Gli ultimi articoli

XI Domenica del TO / B - Il Regno di Dio è come il seme gettato nella terra

12-06-2024 Domenica Missionaria

XI Domenica del TO / B - Il Regno di Dio è come il seme gettato nella terra

Ez 17,22-24; Sal 91; 2Cor 5,6-10, Mc 4,26-34 La fiducia, la speranza e il coraggio in Dio sono le parole tematiche...

Giornata mondiale contro il lavoro minorile

12-06-2024 Notizie

Giornata mondiale contro il lavoro minorile

Lavoro minorile, infanzia negata per 160 milioni di bambini. Secondo le agenzie della Nazioni Unite il fenomeno è in crescita...

“Lo proteggerò perché ha conosciuto il mio nome”

12-06-2024 Triennio Allamano

“Lo proteggerò perché ha conosciuto il mio nome”

Padre Giano Benedetti presenta questa interessante ricerca su una frase biblica che, nel desiderio del Padre Fondatore, doveva diventare un...

Novena della Consolata 2024

10-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Novena della Consolata 2024

Il Beato Giuseppe Allamano diceva: “La Consolata è in modo speciale nostra e noi dobbiamo essere gloriosi di avere una...

Amazzonia: Convegno a Roma intensifica il cammino sinodale

10-06-2024 Missione Oggi

Amazzonia: Convegno a Roma intensifica il cammino sinodale

Yesica Patiachi: "Nell’Amazzonia noi non eravamo considerati umani, ma selvaggi, non avevamo anima. Ma adesso chi è che non ha...

La geometria variabile dei diritti umani

10-06-2024 Notizie

La geometria variabile dei diritti umani

La Dichiarazione universale dei diritti umani risale al 1948. La realtà è però diversa dalla teoria. Oggi più che mai. «Siete...

Il Beato Allamano e la Novena della Consolata

09-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Il Beato Allamano e la Novena della Consolata

La novena consiste nel pregare per nove giorni consecutivi con il fine di affidare a Dio un'intenzione o per chiedere...

In Europa l’ad gentes ci interpella

07-06-2024 Missione Oggi

In Europa l’ad gentes ci interpella

La Commissione ad gentes della Regione Europa (REU) si è incontrata a Torino nei giorni 27 - 31 maggio 2024...

Verso la canonizzazione di Giuseppe Allamano

06-06-2024 I Nostri Missionari Dicono

Verso la canonizzazione di Giuseppe Allamano

La Consolata «ad gentes» Il fondatore dei Missionari e delle Missionarie della Consolata, il beato Giuseppe Allamano (Castelnuovo Don Bosco, 21...

onlus

onlus