Ecco l’uomo - Spogliò se stesso

Pubblicato in Preghiera missionaria
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto

La solitudine e l’emarginazione

Per entrare nella preghiera

Volto dell’uomo, trafitto dal dolore
Volto di Dio, traboccante di compassione.
Volto dell’uomo, umiliato e schernito
Volto di Dio, di perdono e di pietà.
Volto dell’uomo, abbrutito e sfigurato
Volto di Dio, di vittoria e libertà.
Volto dell’uomo, disperato e addolorato
Volto di Dio, di pace e amore.

Presidente

Il Signore che guida i nostri cuori nell’amore e nella pazienza di Cristo, sia con tutti voi.

E con il tuo spirito.

Silenzio.

 ORAZIONE

Preghiamo.

O Padre, che hai glorificato tuo Figlio Gesù Cristo
nella sua beata passione e lo hai costituito Signore
nella sua risurrezione dai morti,
donaci di poter contemplare nel suo Volto glorioso
il volto ferito di ogni uomo sulla terra.
Per Cristo nostro Signore.

Amen.

 

DAVANTI AL TUO VOLTO

Presentiamo al Signore le sofferenze dell’umanità

MONIZIONE

Preghiamo insieme e diciamo: Cammina con noi, Signore.

Davanti al tuo Volto portiamo:

– chi si sente abbandonato da tutti, anche dal tuo amore

– i più poveri tra i poveri, senza diritti e senza prospettive

– i ragazzi migranti costretti a crescere da soli

– le donne abbandonate, vittima di violenza e soprusi

– coloro che hanno fatto scelte sbagliate e sono rinchiusi nelle carceri

– chi, a causa della perdita del lavoro o di grandi delusioni, non ha più speranza

– gli anziani lasciati soli da tutti e costretti a vivere reclusi nelle loro case

– coloro che sono schiavi di altri uomini per fini di malavita o di sfruttamento sessuale

– chi è schiavo delle tante forme di dipendenza

– tutti coloro ai quali noi non siamo capaci di pensare.

Preghiamo.

Disponi, o Dio, il nostro cuore all’ascolto della tua parola e fa’ che sia per tutti noi luce nelle tenebre, certezza di fede nel dubbio, fonte inesauribile di consolazione e di speranza. Per Cristo nostro Signore.

Amen.

IL TUO VOLTO CI PARLA

PRIMA LETTURA Fil 2,5-11 Spogliò se stesso

Dalla lettera di S. Paolo apostolo ai Filippesi.

Abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù, egli, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso, assumendo la condizione di servo, divenendo simile agli uomini. Dall’aspetto riconosciuto come uomo, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce. Per questo Dio lo esaltò e gli donò il nome che è al di sopra di ogni altro nome, perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra; e ogni lingua proclami: “Gesù Cristo è il Signore”, a gloria di Dio Padre.
Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio.

 SALMO 123

Rit. Misericordias Domini in Aeternum cantabo

A te alzo i miei occhi, a te che siedi nei cieli.
Ecco, come gli occhi dei servi
alla mano dei loro padroni;
come gli occhi di una schiava,
alla mano della sua padrona,
così i nostri occhi al Signore nostro Dio,
finché abbia pietà di noi.
Pietà di noi, Signore, pietà di noi,
già troppo ci hanno colmato di scherni,
noi siamo troppo sazi di disprezzo.
Troppo sazi noi siamo dello scherno dei gaudenti,
del disprezzo dei superbi.

VANGELO Mt 27,27-31 Salve,Re dei giudei

Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.

Dal Vangelo secondo Matteo
Gloria a te, o Signore.

I soldati del governatore condussero Gesù nel pretorio e gli radunarono attorno tutta la truppa. Lo spogliarono, gli fecero indossare un mantello scarlatto, intrecciarono una corona di spine, gliela posero sul capo e gli misero una canna nella destra. Poi inginocchiandosi davanti a lui, lo deridevano: «Salve, re dei Giudei!». Sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. Dopo averlo deriso, lo spogliarono del mantello, gli rimisero le sue vesti, poi lo condussero via per crocifiggerlo. Parola del Signore.

Lode a te, o Cristo.

Preghiera di lode e di ringraziamento

OGNUNO È COME CRISTO

Ti ringrazio, Signore, perché non sono solo: non porto da solo la miseria, l’incredulità e il vuoto interiore. Quando le mie possibilità sono esaurite trovo la misteriosa realtà della tua chiesa. Quando, esasperato, cerco conforto mi vieni incontro Tu, nel sofferente. Tu fai di noi, sofferenti, dei consolatori, trasformi le nostre mani imploranti in mani che danno protezione. Nella nostra solitudine sei vicino nel volto di molti fratelli e la tua Chiesa inizia a crescere come un fiore nel deserto. Ti ringrazio, Signore, perché non sono solo: tu permetti ch’io porti il peso degli altri. Ti ringrazio, perché sei presente fin dove arriva una parola di conforto. Incarnato, hai vissuto fra il dolore umano: trasforma noi che soffriamo in tua immagine, perché possiamo essere, come te, vicini ai sofferenti. Aiutaci a rispecchiare il Cristo per chi ti cerca. Ti ringrazio perché siamo tutti membra del tuo corpo. Una parte di te, la tua immagine visibile, la tua chiesa, i tuoi strumenti, la tua mano, la tua bocca.

BENEDIZIONE E CONGEDO

Il Signore sia con voi.
E con il tuo spirito.

Il Signore nostro Gesù Cristo e Dio Padre nostro, che ci ha amati e ci ha dato, per sua grazia, una consolazione eterna e una buona speranza, conforti i vostri cuori e li confermi in ogni opera e parola di bene.

Amen.

E la benedizione di Dio onnipotente,

Padre e Figlio e Spirito Santo,
discenda su di voi, e con voi rimanga sempre.

Amen.

Andate e testimoniate e annunciate a tutti la speranza in Cristo risorto.

Rendiamo grazie a Dio.

Altro in questa categoria: Via Crucis al Colosseo 2015 »

Gli ultimi articoli

Unione europea. Diritto di asilo negato

23-04-2024 Notizie

Unione europea. Diritto di asilo negato

Approvato il Patto su migrazione e asilo Un nuovo pacchetto di riforme in materia di migrazioni è stato approvato dal...

Leggi tutto

La fondazione dell’Istituto: Un parto lungo dieci anni

22-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

La fondazione dell’Istituto: Un parto lungo dieci anni

Si avvicina il 24 aprile. Ci porta la memoria di S. Fedele da Sigmaringa e l'anniversario della richiesta fatta nel...

Leggi tutto

Padre Matteo Pettinari: “come buon pastore, si è speso per le sue pecore”

21-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Padre Matteo Pettinari: “come buon pastore, si è speso per le sue pecore”

Il missionario della Consolata italiano padre Matteo Pettinari, quarantaduenne, nato a Chiaravalle (Ancona) e cresciuto a Monte San Vito, è...

Leggi tutto

Il "missionario in cammino" padre Rubén López è andato incontro a Dio

21-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Il "missionario in cammino" padre Rubén López è andato incontro a Dio

Il missionario della Consolata padre Rubén Horacio López è morto la mattina del 19 aprile 2024 a Buenos Aires, in...

Leggi tutto

Venezuela: rara malattia continua a uccidere bambini Warao nel Delta Amacuro

19-04-2024 Notizie

Venezuela: rara malattia continua a uccidere bambini Warao nel Delta Amacuro

Il “barcone ospedale” è finalmente arrivato nella comunità di Nabasanuka martedì 16 aprile per assistere a nuovi casi di una...

Leggi tutto

Roraima: nuovi progressi per l'allevamento di bestiame nella Raposa Serra do Sol

17-04-2024 I Nostri Missionari Dicono

Roraima: nuovi progressi per l'allevamento di bestiame nella Raposa Serra do Sol

Il Centro di Formazione e Cultura Indigena presso l'ex Missione IMC di Surumu a Roraima, nord del Brasile, ha ospitato...

Leggi tutto

Ha visto la luce l’ultima fatica di padre Sandro Carminati

17-04-2024 Notizie

Ha visto la luce l’ultima fatica di padre Sandro Carminati

Presenta il libro «Cappuccini bresciani in Rezia» del padre Sandro Carminati, Missionario e studioso scomparso nel 2019 È stato presentato, il...

Leggi tutto

Suor Chiara Strapazzon: Consolatina-allamaniana puro sangue

17-04-2024 Triennio Allamano

Suor Chiara Strapazzon: Consolatina-allamaniana puro sangue

Suor Chiara Strapazzon nacque a Velai di Feltre (Belluno) il 13 aprile 1890 da santi genitori. Alla sua entrata nell’Istituto...

Leggi tutto

IV Domenica di Pasqua / B - “Io sono il Buon Pastore …”

16-04-2024 Domenica Missionaria

IV Domenica di Pasqua / B - “Io sono il Buon Pastore …”

61ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni At 4,8-12Sal 117I Gv 3,1-2Gv 10,11-18 La quarta Domenica di Pasqua è considerata la...

Leggi tutto

Articoli correlati

onlus

onlus