Terza domenica di Avvento (Anno B). Rallegratevi sempre nel Signore

Terza domenica di Avvento (Anno B). Rallegratevi sempre nel Signore Foto SozziJA
Pubblicato in Domenica Missionaria

Is 61,1-2.10-11;
Lc 1;
1Ts 5,16-24;
Gv 1,6-8.19-28.

«Rallegratevi sempre nel Signore: ve lo ripeto, rallegratevi, il Signore è vicino». Con l’antifona d’ingresso la celebrazione di questa domenica (detta anche “domenica Gaudete”) è orientata alla gioia: gioia perché il Signore è vicino, gioia perché una “buona notizia” è portata a tutti (Prima lettura), gioia dei credenti convocati da Dio a fare comunità  per ascoltare la Parola e celebrare l’Eucaristia (Seconda lettura), gioia del Battista che testimonia il Signore presente in mezzo a noi (Vangelo). L’invito a gioire, dunque, è dato dalla presenza del Signore e dai “doni preziosi” che Egli fa alla comunità attraverso lo Spirito Santo: gli effetti salvifici e santificanti per i credenti (cfr. orazione sulle offerte e dopo la comunione).

Nella Prima lettura il profeta ha il compito di rendere visibile la Parola attraverso le sue azioni; egli si fa apostolo di un lieto annuncio, di una Parola che diventa medicina, liberazione e remissione di ogni peccato. Gesù stesso attraverso questa profezia inaugurò il suo ministero (cfr. Lc 4,16-21; acclamazione al vangelo). Anche a noi, nell’oggi celebrativo, la Parola invita ad accoglierla in modo da essere liberati dalle varie schiavitù spirituali che portiamo dentro. La risposta a quest’opera grande di Dio è il Salmo responsoriale, attraverso il quale facciamo nostra l’esperienza di Maria, un’esperienza in cui Dio capovolge le situazioni umane, è vicino a coloro che confidano in Lui e la loro vita diventa “spazio” del Suo agire. 

Nel brano evangelico il Battista è presentato come testimone di Gesù, indica la via di Dio definendosi «voce», orienta i suoi discepoli a Cristo. Il testimone è quell’uomo di Dio che non è accentratore, egoista, superbo, avido, geloso ma è colui che “indica” Gesù, rimanda a Lui, lo rende presente nelle sue parole e nelle sue azioni. Giovanni diventa il modello della Chiesa, la quale rassicura il mondo sul fatto che il Signore c’è, è in mezzo a noi; anche se ancora non gode delle visione piena del suo volto, né della comunione perfetta con Lui. 

La voce e la testimonianza di Giovanni, però, si scontrano con un mondo incredulo e a volte diffidente, un mondo incentrato sull’io o sul potere, perciò risuona ancora nelle nostre orecchie l’invito alla conversione. Entrare in contatto con Cristo presuppone un cambiamento di mentalità; senza questo, Gesù può essere nel mondo ma senza essere riconosciuto. Il Battista è riuscito ad aprire gli occhi di alcuni suoi contemporanei e in questo tempo invita tutti a riconoscere Gesù, ad entrare in relazione e comunione con Lui, a fare un’esperienza di Lui e con Lui. È da questa relazione con Dio, attraverso il Figlio fatto uomo, che dipende la riuscita della nostra vita e del significato del Natale. 

Il Signore è già venuto, riscopriamolo presente nella nostra vita e testimoniamolo con gioia.

Gli ultimi articoli

Conferenza Regionale e i 100 anni della presenza in Mozambico

25-05-2024 I Nostri Missionari Dicono

Conferenza  Regionale e i 100 anni della presenza in Mozambico

"Lo Spirito Santo è il protagonista della missione e noi, come missionari, siamo i collaboratori di Dio". Con queste parole...

Prima Giornata Mondiale dei Bambini

25-05-2024 Notizie

Prima Giornata Mondiale dei Bambini

“Ecco il faccio nuove tutte le cose” (Ap 21,5) Indetta da Papa Francesco, Roma ospita questo fine settimana, 25 e 26...

Solennità della Santissima Trinità / B - Dio uno e trino: Padre, Figlio e Spirito Santo

24-05-2024 I Nostri Missionari Dicono

Solennità della Santissima Trinità / B - Dio uno e trino: Padre, Figlio e Spirito Santo

Dt 4, 32-34.39-40; Sal 32; Rm 8,14-17; Mt 28,16-20 Le letture di questa Domenica dedicata alla Santissima Trinità ci immergono nella...

Annuncio storico: Allamano sarà canonizzato

23-05-2024 Notizie

Annuncio storico: Allamano sarà canonizzato

Direttamente da Bogotà, in Colombia, dove sta partecipando alla XIII Conferenza Regionale, il Superiore Generale dei Missionari della Consolata, padre...

Giuseppe Allamano sarà santo!

23-05-2024 Notizie

Giuseppe Allamano sarà santo!

Nell’udienza concessa questo giovedì 23 maggio 2024 al cardinale Marcello Semeraro, Prefetto del Dicastero delle Cause dei Santi, Papa Francesco...

Colombia: rivitalizzare la passione per la missione

22-05-2024 I Nostri Missionari Dicono

Colombia: rivitalizzare la passione per la missione

"Una sola comunità, una sola missione, una sola speranza" è il motto della XIII Conferenza regionale dei missionari della Consolata...

Tratta di persone: è una “pandemia globale"

22-05-2024 Notizie

Tratta di persone: è una “pandemia globale"

Assemblea Generale della Rete Internazionale contro il traffico di esseri umani Talitha Kum - sul tema: «In cammino insieme per...

Sudafrica-Eswatini: rafforzare la vita comunitaria

21-05-2024 I Nostri Missionari Dicono

Sudafrica-Eswatini: rafforzare la vita comunitaria

L'ottava Conferenza della Delegazione dei Missionari della Consolata in Sudafrica-Eswatini si è svolta presso il Pax Christi Centre, diocesi di...

Yanomami: Siamo ancora vivi

21-05-2024 Missione Oggi

Yanomami: Siamo ancora vivi

Dalla violenza totale alle azioni di emergenza. Durante l’incontro organizzato dal Centro Cultures and Mission (CAM) di Torino in Italia, il...

onlus

onlus