Jun 15, 2021 Last Updated 4:24 PM, Jun 15, 2021

Santa Maria, donna di frontiera

Pubblicato in Preghiere Missionarie
Letto 107 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

24PreghieraDonnafrontiera ayznjtcm

Foto Unicef

Oggi la frontiera marca lo spazio della divisione e del conflitto... ma potrebbe anche essere lo spazio della comunicazione e dell'incontro. Varcare la frontiera è un'opportunità per tutti, una porta che si apre su qualcosa di nuovo. Nella sua vita Maria ha sperimentato tanti tipi di frontiere... in qualche occasione anche marcate dall'odio e dal dolore, ma la sua presenza rompe la frontiera, insegna a varcarla, a non perdere la speranza di trovare nuova luce (o di portar luce) a chi vive dall'altra parte.

Mentre diceva questo, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: "Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!". Ma egli disse: "Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!". (Lc 11,27-28)

 Santa Maria, donna di frontiera, noi siamo affascinati da questa tua collocazione che ti vede, nella storia della salvezza, perennemente attestata sulle linee di confine, tutta tesa non a separare, ma a congiungere mondi diversi che si confrontano.

Tu stai sui crinali che passano tra Antico e Nuovo Testamento. Tu sei l'orizzonte che congiunge le ultime propaggini della notte e i primi chiarori del giorno. Tu sei l'aurora che precede il Sole di giustizia. Tu sei la stella del mattino. In te, come dice la lettera ai Galati, giunge "la pienezza dei tempi" in cui Dio decide di nascere "da donna": con la tua persona, cioè, si conclude un processo cronologico centrato sulla giustizia, e ne matura un altro centrato sulla misericordia.

Santa Maria, donna di frontiera, grazie per la tua collocazione accanto alla Croce di Gesù. Issata fuori dell' abitato, quella Croce sintetizza le periferie della storia ed è il simbolo di tutte le marginalità della terra: ma è anche luogo di frontiera, dove il futuro si introduce nel presente allagandolo di speranza.

È di questa speranza che abbiamo bisogno. Mettiti, perciò, al nostro fianco. Noi oggi stiamo vivendo l'epoca della transizione. Scorgiamo le pietre terminali delle nostre secolari civiltà. Addensàti sugli incroci, ci sentiamo protagonisti di un drammatico trapasso epocale, quasi da un'èra geologica all' altra. Ammassàti sul discrimine da cui si divaricano le culture, siamo incerti se scavalcare i paletti catastali che hanno protetto finora le nostre identità. Le "cose nuove" con cui ci obbligano a fare i conti le turbe dei poveri, gli oppressi, i rifugiati, gli uomini di colore, e tutti coloro che mettono a soqquadro le nostre antiche regole del gioco, ci fanno paura. Per difenderci da marocchini e albanesi ingrossiamo i cordoni di sicurezza. Le frontiere, insomma, nonostante il gran parlare sulle nostre panoramiche multirazziali, siamo più tentati a chiuderle che ad aprirle. Perciò abbiamo bisogno di te: perché la speranza abbia il sopravvento e non abbia a collassarci un tragico shock da futuro.

Santa Maria, donna di frontiera, c'è un appellativo dolcissimo con cui l'antica tradizione cristiana, esprimendo questo tuo stare sugli estremi confini della terra, ti invoca come "porta del Cielo".

Ebbene, "nell'ora della morte", come hai fatto con Gesù, fermati accanto alla nostra solitudine. Sorveglia le nostre agonie. Non muoverti dal nostro fianco. Sull'ultima linea che separa l'esilio dalla patria, tendici la mano. Perché, se sul limitare decisivo della nostra salvezza ci sarai tu, passeremo la frontiera. Anche senza passaporto.

Tonino Bello*

Madre della Luce

Madre Santa della luce mirabile, che nel tuo grembo hai portato il Dio di tutti i secoli, e per la gioia del mondo hai generato il Dio Verbo; noi ti imploriamo. Madre santa, intercedi!
Supplica per noi il Dio in te incarnato, che si umiliò dal seno del Padre y prese carne secondo la natura umana, per stabilire la pace in cielo e in terra; noi ti imploriamo. Madre santa, intercedi!
Supplica per noi il Dio in te incarnato, perché ci perdoni, dimentichi le nostre colpe e ci conceda il suoi aiuto, affinché possiamo resistere agli avversari nelle lotte; noi ti imploriamo. Madre santa, intercedi!
Supplica per noi Dio in te incarnato, perché cessino le guerre, abbiano termine le aggressioni dei nemici, siano stabiliti sulla terra amore e giustizia; noi ti imploriamo. Madre santa, intercedi!
Supplica per noi il Dio in te incarnato, perché moltipliche nelle nostre terre le dolci sorgenti d'acqua, conceda rigoglio copioso alle piante e agli alberi, affinché possiamo gioiosamente soddisfare tutte le nostre necessità; noi ti imploriamo. Madre santa, intercedi!
Supplica per noi il Dio in te incarnato, perché riunisca la sua santa chiesa, edificata sul fondamento degli apostoli e dei profeti, la conservi senza macchia fino al giorno della sua venuta visibile; noi ti imploriamo. Madre santa, intercedi!

Autore Anonimo, secolo VIII**

Ha assunto la nostra nascita

La carne non recò disonore al Verbo: non sia mai! anzi piuttosto ricevette gloria da esso. Né, poiché il Figlio che aveva forma divina assunse la forma di servo, fu diminuito nella divinità, ma divenne invece liberatore di ogni carne e di ogni creatura. E se Dio inviò suo Figlio nato da donna, il fatto certamente non ci disonora, anzi è per noi piuttosto motivo di gloria e di grande onore. Divenne uomo, infatti, per divinizzarci in se stesso e nacque da donna, nacque da una vergine per trasferire in sé stesso la nostra nascita errante e affinché noi diveniamo infine stirpe santa, partecipi della natura divina, come ha scritto il beato Pietro; e così ciò che era impossibile alla Legge perché la carne la rendeva impotente, Dio lo ha reso possibile: mandando il proprio Figlio in una carne simile a quella del peccato e in vista del peccato, egli ha condannato il peccato nella carne.

Atanasio di Alessandria, lettera a Adelfio**

* in "Maria. Donna dei nostri giorni", San Paolo.
** in "Maria, testi teologici e spirituali dal I al XX secolo". A cura della Comunità di Bose, Mondadori 2000

Altro in questa categoria: Santa Maria donna missionaria »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

L'esperienza di essere consolati. "Consolate, consolate il mio popolo". 

L'esperienza di essere consola…

15 Giu 2021 Preghiere Missionarie

XII Domenica del Tempo Ordinario (ANNO B). Passiamo all'altra riva

XII Domenica del Tempo Ordinar…

15 Giu 2021 Domenica Missionaria

Notizie dall'EUROPA. Italia, Riunione G7 in Inghilterra

Notizie dall'EUROPA. Italia, R…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Notizie dall'ASIA. Afganistán; Myanmar; Bangladesh

Notizie dall'ASIA. Afganistán…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Notizie dall'AFRICA. Malawi, Tigrai, Costa d'avorio.

Notizie dall'AFRICA. Malawi, T…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Costa d'Avorio. Alcuni passi importanti nella vita della comunità

Costa d'Avorio. Alcuni passi i…

12 Giu 2021 Missione Oggi

Madre, Manifestazioni... e pandemia

Madre, Manifestazioni... e pan…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Colombia. Buenaventura... dimenticata come sempre

Colombia. Buenaventura... dime…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Mozambico. Un difficile cammino di chiesa ma con futuro.

Mozambico. Un difficile cammin…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Messaggio del Superiore Generale. La consolazione è speranza, responsabilità, presenza e impegno.

Messaggio del Superiore Genera…

09 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono