Feb 23, 2020 Last Updated 10:06 PM, Feb 20, 2020

VIII DOMENICA ORDINARIA

Visite: 976 volte

Un’altra parola ci viene incontro

 

Isaia 49, 14-15. Gerusalemme si vede abbandonata e dimenticata, ma il Signore le ricorda il suo amore; si crede sola e senza futuro, ma il Signore promette una numerosa discendenza; si crede prigioniera per sempre, ma il Signore assicura la liberazione. Si parla di misericordia che in Ebreo si relaziona con le “viscere” di una madre che non potrà non amare la sua creatura. È l’istinto materno e il profeta lo applica simbolicamente a Dio..

1 Corinzi 4,1-5. L’Apostolo si dichiara e definisce servitore/ministro di Cristo e amministratore/economo dei beni e delle parole di salvezza tra i fratelli in comunità. Non si tratta di una persona che gode di un privilegio speciale, un rango nella categoria delle grandezze, ma di un servitore che deve essere fedele alla missione affidata.

Matteo 6,24-34. Sorge la domanda importante per noi incaricati di un ministero: ”come possiamo accompagnare i membri della nostra comunità se solamente ci vedono come persone di azione, carichi di lavoro, bollenti?” Forse il primo passo quando prepariamo l’agenda sarebbe di chiederci che eco ha la parola di Gesù e il Vangelo nella nostra vita. È solamente una evocazione da ricordare o uno stimolo indispensabile e una interpretazione da fare?

 

L’uomo come immagine di Dio è chiamato alla comunione. La solitudine diventa un male di cui si può guarire. L’assenza di sguardi e di mani tese fa parte dell’esperienza umana e trasforma le nostre esistenze in una specie di inferno. Le parole che sentiamo sono indicative di una situazione reale, che succede: “il Signore mi ha abbandonato, il Signore mi ha dimenticato. Mi trovo da solo nella mia miseria o relativi sinonimi: malattia, prigione, angoscia, condanna. Tutte cose che si vedono e non si possono negare o illuderci che possano essere pronunciate altre parole. Scopriamo nel messaggio di oggi, una versione antica che può valere anche per noi. Sappiamo grazie a Dio che un’altra parola ci viene incontro, viene verso di noi. Si avvicina per portarci una salvezza insperata, inattesa. Nella Liturgia odierna ci viene a dire che Dio non ci dimenticherà mai, non importa cosa succeda nella cronaca o nelle versioni di altre esperienze. La nostra solitudine diventa abitata da una speranza che ci invita a rifare un cammino. La nostra solitudine ci separava dagli altri. Oggi l’ascolto della Parola divina ci rimette in cammino verso l’altro, perchè Dio si è messo in cammino verso di noi. È venuto nel cuore della nostra vita per portarci la sua fiducia stando con noi. E poichè Lui sta con noi siamo invitati a una conseguenza importante di servizio cristiano specifico. In questa dimensione  possiamo animarci a stare con Cristo aiutandolo nella sua missione, aiutandolo negli altri.

 

 Gesù ha ricevuto tutto dal Padre. Forse ricevere è più pesante che donare. Perchè quando accettiamo di ricevere da Dio siamo d’accordo con l’insieme, con la fraternità, con la convivenza, con il progetto comunitario fatto di tutti i nostri progetti personali. L’abbiamo sentito proclamato con forza: “Soprattutto, cercate il Regno di Dio e la sua giustizia” (v.33). Di fatto il riferimento e il criterio che da senso a tutto quanto, è il Regno di Dio e la sua giustizia. Quello che è giusto nel Regno di Dio dobbiamo praticarlo anche nella nostra vita, che sia giusto anche da noi, in casa e in comunità. L’Evangelista lo manifesta chiaramente quando presenta il Padre nostro come la grande sintesi del discorso della montagna, dove il Regno di Dio e la sua volontà occupano il posto principale.

 

 

 


Recenti

Cronaca del Corso IMC 25 (10)

Cronaca del Corso IMC 25 (10)

20 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono

Cronaca del Corso IMC 25 (9)

Cronaca del Corso IMC 25 (9)

17 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono

Abusi: come la Chiesa aiuta le vittime

Abusi: come la Chiesa aiuta le…

17 Feb 2020 Finestra sul Mondo

La decisione del Papa: nel 2022 ci sarà il prossimo Sinodo dei Vescovi

La decisione del Papa: nel 202…

17 Feb 2020 Finestra sul Mondo

Querida Amazonia. Giovenale: il Papa ci ha dato "autostrade" da far vivere

Querida Amazonia. Giovenale: i…

17 Feb 2020 Missione Oggi

20 febbraio: Giornata Mondiale della Giustizia Sociale

20 febbraio: Giornata Mondiale…

17 Feb 2020 Preghiere Missionarie

VII Domenica – T. O. - Anno A

VII Domenica – T. O. - Anno …

17 Feb 2020 Domenica Missionaria

Gracias Beato José Allamano

Gracias Beato José Allamano

16 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono

Beato Allamano: operoso nel silenzio, gioioso nell’azione

Beato Allamano: operoso nel si…

16 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono

Consolation starts at home: Continental Council of Africa, Kinshasa February 2020

Consolation starts at home: Co…

14 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono