May 13, 2021 Last Updated 8:46 AM, May 12, 2021

Osiamo sognare un'Africa australe pacifica

Categoria: Notizie
Visite: 36 volte

03not21

Un documento del Comitato Permanente dell'Incontro Interregionale dei Vescovi dell'Africa Meridionale (IMBISA) che rappresenta i vescovi di tutti i paesi dell'Africa australe (Angola, Botswana, Eswatini, Lesotho, Mozambico, Namibia, São Tomé e Príncipe, Sud Africa e Zimbabwe).

Nelle riflessioni condivise è emerso chiaramente che la Regione dell'Africa meridionale sta attraversando un periodo difficile che, come ci auguriamo, può essere migliorato grazie agli sforzi di tutte le persone di buona volontà nella Regione e non solo.

In particolare, abbiamo riflettuto sugli sfortunati sviluppi nella provincia di Cabo Delgado in Mozambico, specialmente nella città di Palma, che è stata recentemente attaccata con la conseguente perdita di vite umane e mezzi di sussistenza. Oltre mezzo milione di cittadini nella provincia di Cabo Delgado vivono oggi come sfollati e quindi sono stati in grado di godere di una vita normale dove possono crescere i propri figli in pace e tranquillità. È triste sopratutto l’esperienza degli anziani sradicati e costretti a fuggire dopo aver vissuto per anni in quella terra.

Abbiamo anche riflettuto sulle difficoltà che vivono i giovani delle nostre terre. Alcuni sono rimasti senza istruzione scolastica per lunghi periodi a causa delle restrizioni causate dalla pandemia Covid-19. Anche se in alcuni casi l'apprendimento si è spostato online, la pandemia Covid-19 ha semplicemente rivelato i problemi delle disuguaglianze sistemiche nella sfera economica nei nostri diversi paesi con i giovani più poveri incapaci di accedere a queste piattaforme online. Alcuni giovani sono stati lasciati indietro mentre quelli delle società più ricche hanno facilmente portato avanti la loro istruzione. Il problema della disuguaglianza, soprattutto in ambito economico, ha lasciato molti giovani esposti allo sfruttamento da parte di chi fomenta la violenza e altri mali sociali. 

Nonostante i momenti bui di cui sopra, è anche corretto per noi indicare alcuni sviluppi positivi su alcuni dei suddetti argomenti:

1. Plaudiamo alla recente dichiarazione rilasciata dalla Conferenza episcopale del Mozambico che condanna le violenze a Cabo Delgado.

2. Apprezziamo gli sforzi positivi della Chiesa e di altri organismi che assistono continuamente le vittime di violenza in quella Regione. In particolare, desideriamo esprimere il nostro sostegno e la nostra preghiera all'Amministratore Apostolico della Diocesi di Pemba e Vescovo Ausiliare di Maputo António Juliasse Sandramo, per il suo continuo accompagnamento di tutte le persone colpite dal conflitto.

3. Siamo anche incoraggiati dagli sforzi della Comunità per lo sviluppo dell'Africa meridionale (SADC) per trovare una soluzione duratura ai problemi che inghiottono quella regione.

A questo vogliamo aggiungere il nostro accorato appello nel quale 

1. Chiediamo alla SADC e all'Unione africana di impegnarsi maggiormente nell'affrontare la crisi in corso in quella regione.

2. Chiediamo inoltre al governo del Mozambico di non lesinare sforzi nel coinvolgere la comunità internazionale in modo da affrontare la violenza a Cabo Delgado che ha purtroppo portato alla perdita di vite umane e mezzi di sussistenza.

3. Invitiamo inoltre i nostri governi nella Regione a ripensare i sistemi economici che sono stati fin dall'inizio implementati in quanto non sono riusciti ad affrontare le disuguaglianze economiche attualmente prevalenti. I giovani devono essere al centro di ogni sviluppo economico nei Paesi della Regione.

Il tempo pasquale che stiamo ancora vivendo ci riempie di molta speranza e ci auguriamo che tutte queste difficoltà possano davvero essere superate e affrontate. Invitiamo quindi tutti i cristiani e tutte le persone di buona volontà a continuare a cercare e camminare insieme per la pace come San Francesco d'Assisi che "non ha fatto una guerra di parole... ha semplicemente diffuso l'amore di Dio" (Papa Francesco, Fratelli Tutti No. 4). Osiamo sognare una pacifica Africa meridionale. “Sogniamo, dunque, come un'unica famiglia umana, come compagni di viaggio che condividono la stessa carne, come figli della stessa terra che è la nostra casa comune” (ibid., N. 8).

+ Lucio Andrice Muandula
Vescovo di Xai-Xai, Mozambico
Presidente dell'IMBISA
27 aprile 2021


Recenti

Solennità dell'ascensione del Signore (Anno B). Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura.

Solennità dell'ascensione del…

11 Mag 2021 Domenica Missionaria

Santa María Donna Gestante

Santa María Donna Gestante

10 Mag 2021 Preghiere Missionarie

Vida nuestra

Vida nuestra

10 Mag 2021 I Nostri Missionari Dicono

Puerto Resistencia. Dialogo e cooperazione in mezzo al caos.

Puerto Resistencia. Dialogo e …

10 Mag 2021 I Nostri Missionari Dicono

I cammini sinodali e inculturati della missione

I cammini sinodali e incultura…

10 Mag 2021 Missione Oggi

Violenza a Gerusalemme

Violenza a Gerusalemme

10 Mag 2021 Finestra sul Mondo

Accesso dell’Africa ai vaccini

Accesso dell’Africa ai vacci…

10 Mag 2021 Finestra sul Mondo

Cosa succede in Colombia?

Cosa succede in Colombia?

10 Mag 2021 Finestra sul Mondo

VI Domenica di Pasqua - Anno B: Amiamoci gli uni gli altri, perché l'amore è da Dio

VI Domenica di Pasqua - Anno B…

04 Mag 2021 Domenica Missionaria

Senza lavoro non si ferma immigrazione clandestina

Senza lavoro non si ferma immi…

03 Mag 2021 Finestra sul Mondo