Categoria: Notizie
Visite: 101 volte

12 SL3 Doc P 650577 637109236302443788

“Fratello, se non hai soldi, non vergognarti e non lasciare la tua famiglia senza cibo. Prego entra pure e prendi quello che ti serve: caffè, spezie, cereali, perché Dio ha cura di te e di me”. Questo messaggio (vedi foto), esposto dal signor Abd Bitari nella vetrina del suo negozio di alimentari a Nabatieh, nel sud del Libano (area a maggioranza sciita), è diventato il simbolo dello spirito di resilienza della popolazione libanese davanti all’emergenza politico-economica che attanaglia il Paese, espresso in innumerevoli iniziative spontanee di solidarietà concreta a vantaggio di chi soffre di più gli effetti della crisi.

A contribuire all’ondata di iniziative solidali spontanee è stata anche l’emozione suscitata in tutto il Paese dal caso di un padre di famiglia della città di Arsal, con la moglie malata di cancro, che si è tolto la vita dopo...

Continuare a leggere...