Categoria: Notizie
Visite: 96 volte

05 SL1 800

Naji Diab Al Fliti, 40 anni, era disoccupato e in tasca non aveva nemmeno 50 centesimi per pagare la merendina alla figlia. Il Paese è in pieno collasso economico: imperversano fame, disoccupazione, carovita. Secondo la Banca Mondiale, nel 2020 oltre 50% della popolazione libanese vivrà sotto della soglia della povertà.

Tutto il Paese è sotto shock alla notizia che un padre di famiglia si è suicidato domenica 1° dicembre, vittima dell’acuta crisi economica e del fallimento dello Stato nel garantire un minimo di assistenza sociale ai più indigenti. Naji Diab Al Fliti, 40 anni (v. foto), apparteneva a uno dei clan più numerosi di Arsal (nord Bekaa), tristemente famosa per essere stata la terra libanese caduta sotto il dominio di Daesh, liberata in seguito dall’esercito libanese e dagli Hezbollah.

Padre di due figli, Ranim di sei anni e Mohammed di un anno, Naj era...

Continuare a leggere...