Categoria: I Nostri Dicono
Visite: 1688 volte
{mosimage} "Rivestitevi tutti di umiltà gli uni verso gli altri, perché Dio resiste ai superbi, ma dà grazia agli umili.
Umiliatevi dunque sotto la potente mano di Dio, perché vi esalti al tempo oportuno,
gettando in lui ogni vostra preoccupazione, perché egli ha cura di voi" (1 Pt 5, 5-7)


Questa parola di Dio entra bene nella logica e nel dinamica della Novena della Consolata, perché ci viene presentato una delle virtù fondamentale che ci insegna Maria Consolata. La virtù dell’UMILTA. L’umiltà che ha fatto di Maria la Beata fra tutte le donne e la Venerata di generazione in generazione. Umiltà che conservò Maria ad essere STRUMENTO più DISPONIBILE nelle mani di Dio, per realizzare da Dio, ogni avvenimento del progetto di salvezza. Umiltà che spingeva Maria a fare i piccoli passi della sua via quotidiana nel SILENCIO, Meditando e Conservando tutto nel suo Cuore.


Noi, Missionari e Missionarie che veneriamo Maria con il titolo della Consolata, crediamo ed annunziamo che Maria è Ispiratrice e Modello del nostro essere Missionari e del nostro modo di fare Missione, capiamo bene quanto è fondamentale che i nostri piccoli passi quotidiani siano accompagnati dell’Umiltà come fu nella vita di Maria…

Di più, a noi che siamo nei primi passi a Gibuti, l’umiltà e il silenzio di Maria sono grandi sostegno, anzi devono essere parte del nostro stile di vita. L’umiltà e silenzio ascoltando l’altro (il Musulmano), meditando e conservando le cose viste e udite, per cercare a capire l’altro e parlare a tempo opportuno. E noi stiamo in questo processo, sperimentando anche la presenza di Maria Consolata che accompagna questi nostri primi passi tra i Musulmani. Abbiamo tanta fiducia in Maria Consolata che potrà essere uno dei punti di Vicinanza con i Musulmani che hanno molto rispetto a Maria, considerata da loro come una dei servi fedeli di Dio.

Ecco qualche parole del Corano riguardando Maria:

Sura 3,37: Ricordati pure quando gli angeli dissero a Maria, “O Maria, Dio ti ha scelta, ti ha resa pura e ti ha prescelta fra tutte le donne di tutte le creature.” (// Luca 1, 27-28)

Sura 3,40.42: “O Maria, Dio ti annunzia il suo Verbo, il cui nome sarà il Messia, Gesu, Figlio di Maria, eminente in questo mondo e nell’altro, uno dei più prossimi a Dio” (// Luca 1, 32-33) “signore mio, rispose Maria, come avrò io un figlio, mentre nessun uomo mi ha toccata? E cosi, rispose l’angelo, che Dio crea ciò che vuole,quando decide una cosa, Egli dice solo; sii, ed essa è” (anche sura 19, 20-21) (// Luca 1, 34-37)

Sura 3,38: “O Maria, sii devota verso il tuo Signore, prostrati e inchinati, pregando con quelli che si inchinano”. (// Atti degli Apostoli, Maria uniti nella preghiera con gli Apostoli)

Il Corano da un spaccio considerabile a Maria, di più nella sura 3, la sura della famiglia di Imran e la sura 19 che porta il titolo di sura di Maria. Maria Consolata potrà dunque essere un VINCOLO tra noi e i Musulmani. Una riflessione sul Maria potrà chiarire anche i Musulmani che ci accusano di “Mariolatria” (Maria, terza persona della Trinità), Cfr.Sura 5,116: ”O Gesu, figlio di Maria, hai mai detto agli uomini, prendete me e mia madre come due divinità, accanto a Dio? Per tua gloria, no, rispose Gesu, perché dovrei dire ciò che io no ho il diritto di dire? Se l’avessi detto, tu lo sapresti, poiché tu sai ciò che è nell’animo mio…”

Possa Maria intercedere per noi perché possiamo imitare il suo stilo di vita. Che l’esempio e la presenza materna di Maria Consolata ispiraci le vie efficace per essere veri e credibili Strumenti e testimoni della Consolazione.