Dec 01, 2021 Last Updated 1:57 PM, Nov 30, 2021

Kenya: Festa di famiglia a Runogone (Meru)

Categoria: I Nostri Dicono
Visite: 1903 volte

Album

{mosimage} Come ogni anno Missionari e Missionarie della Consolata si sono trovati insieme per celebrare la festa della Fondatrice e Madre. Il tradizionale appuntamento del 20 giugno è un'occasione per riconfermare l'unità della famiglia e riconoscere le sorelle e i fratelli che celebrano gli anniversari e giubilei: 25, 50, 60 anni di sacerdozio, consacrazione religiosa e presenza in Africa.

Quest'anno c'è stata una grossa novità nella routine tradizionale: l'incontro è avvenuto nel Meru, non più alla Bethany House di Sagana, in occasione della benedizione e apertura del nuovo centro di Animazione Missionaria e Vocazionale di Runogone, abbinato alla relativa nuova parrocchia, ricavata tagliando una piccola fetta dall'antica ed ormai enorme parrocchia di San Giuseppe della città di Meru..

Runogone si trova a circa tre chilometri da Meru sulla strada che porta a Tigania, Kangeta e Maua, è alla periferia della città, circondato da una grande concentrazione di scuole di tutti i tipi con migliaia di studenti, e di fronte ha l'Università Metodista del Kenya. Il luogo è molto promettente per ogni lavoro di animazione. La decisione di aprire un centro di animazione a Meru è maturata durante la Conferenza Regionale del 2000, come risposta al cambiamento in atto nella Regione che sta cambiando la sua fisionomia tradizionale.

Da importatrice di manodopera missionaria ad esportatrice, da realtà di prima evangelizzazione ad una chiesa locale sempre più autosufficiente, da una chiesa evangelizzata ad una chiesa evangelizzatrice. In questo contesto la regione ha individuato tre punti strategici da sviluppare per l'animazione missionaria, oltre a quello tradizionale di Nairobi: Nyeri, Kisumu e Meru. Il centro di Kisumu Buoye è stato inaugurato nel 2004, questo 20 giugno 2006 c'è stata la benedizione del centro di Runogone in Meru, speriamo che il centro a Nyeri, presso il famoso Mathari che era la nostra cittadella per tanti anni, possa essere inaugurato prima del 2008.

{mosimage}Così la festa della Consolata ha visto Missionari e Missionarie, accompagnati da molti preti locali e amici, riunita attorno al vescovo di Meru, Mons. Salesio Mugambi, assistito dai nostri Mons. Pante Virgilio da Maralal, Mons. Anthony Ireri da Isiolo e Mons. Peter Kihara da Muranga, prima per celebrare gli anniversari dei giubilari di quest'anno e poi la benedizione della casa. La celebrazione è avvenuta nella chiesa parrocchiale che P. Ermanno Montini, il primo parroco, è riuscito a trasformare meravigliosamente in solo pochi mesi da capannone sconnesso a chiesa sobria, bella e dignitosa. Presenti erano solo i seguenti giubilari: P. Giuliano Gorini con Sr Elizabeth Mc Avenue e Sr Ignazia Pia per i 50 anni di professione; P. James Githinji, P. Stephen Okenno e Sr linda Lee Hill per i 25 di professione, mentre diversi erano gli assenti, alcuni per la distanza, altre per salute.

Dopo la celebrazione giubilare tutti si sono recati con una breve processione fino al nuovo centro, dove i quattro vescovi hanno tagliato il nastro e benedetto abbondantemente ogni angolo augurando futuri frutti di bene. Evidente la soddisfazione del vescovo di Meru, apprezzata la buona partecipazione del Clero locale, tutti buoni auspici per un ministero che qui in Kenya deve percorrere strade del tutto nuove.

Il pranzo più che abbondante è stato preparato in collaborazione con la comunità locale, le cui donne non hanno certo lesinato nelle porzioni e hanno soddisfatto l'appetito di ben più di 300 invitati attesi. Il centro si presenta ben strutturato. Costruito a U su tre piani, ha il piano terra dedicato alla bella cappella, con quattro vetrate dedicate ai nostri Santi (Allamano, Cafasso, Francesco di Sales e Santa Teresina), e parlatori, uffici, sala da pranzo e cucina. Il piano superiore è la zona residenziale, capace di alloggiare nove confratelli. Il piano seminterrato ha ampi saloni per incontri, relativi servizi, e un bel garage multi uso che si affaccia al cortile e può facilmente essere trasformato per celebrazioni e ricevimenti all'aperto (come è successo il 20 giugno).

Le premesse sono promettenti, l'ambiente è pronto. La sfida è ora a tutta la regione e non solo a P. Zanatta Alberico, che ne è il primo Superiore e animatore pioniere, in attesa di rinforzi


Recenti

Finestre sul MONDO

30 Nov 2021 Finestra sul Mondo

II domenica di Avvento. Anno C…

30 Nov 2021 Domenica Missionaria

Avvento. Un dono da accogliere

29 Nov 2021 Preghiere Missionarie

Essere giovani nell’Amazzonia

Essere giovani nell’Amazzoni…

29 Nov 2021 I Nostri Missionari Dicono

ARGENTINA. Missione quattro per quattro

ARGENTINA. Missione quattro pe…

29 Nov 2021 I Nostri Missionari Dicono

Pueblo Nuevo. Il villaggio di …

29 Nov 2021 Missione Oggi

Finestre sul mondo

23 Nov 2021 Finestra sul Mondo

I Domenica di Avvento. Anno C…

23 Nov 2021 Domenica Missionaria

Avvento. Venite saliamo al tem…

22 Nov 2021 Preghiere Missionarie

La vita spesa bene

La vita spesa bene

22 Nov 2021 I Nostri Missionari Dicono