Dec 01, 2021 Last Updated 1:57 PM, Nov 30, 2021

Brasile: Si è consumata per Cristo e per i fratelli

Categoria: I Nostri Dicono
Visite: 1773 volte
{mosimage}
È morta venerdì 11 agosto in Boa Vista, Suor Camilla Pia Brotto, una delle prime missionarie della Consolata giunte a Boa Vista, Roraima, Brasile.

Maria Natalia Brotto, nasce a Loria, Treviso, il 27 maggio del 1927 da Luigi e Margherita. Ventenne entra nell’Istituto delle Missionarie della Consolata a Sanfrè seguendo e abbracciando con entusiasmo la vita consacrata che culminò con la prima professione religiosa il 29 gennaio 1950, e con la professione perpetua che pronunciò un anno dopo il suo arrivo a Roraima nel gennaio 1956.

Arrivò nel territorio del Rio Branco il 13 febbraio del 1955. Donna coraggiosa, preoccupata col bene della persona, partecipò in vari corsi di formazione e attualizzazione nel campo infermieristico, forum, riunioni, seminari , dibattiti allo scopo di poter servire con sempre maggior competenza le persone affidate alle sue cure.

La sua intensa attività cominciò nell’ospedale Nossa Senhora de Fatima, dove rimase fino al 1970 per poi passare all’ospedale Coronel Mota nel 1971 e rimanendovi fino a fine dicembre del 1994. Parte della comunità delle suore infermiere che abitavano in una casa dell’ospedale rispondendo alle sollecitudini degli ammalati che giungevano dall’interno per cure mediche. Attuò pure come anestesista quando ancora non esistevano nello stato professionisti specializzati nel ramo.

Una delle sue preoccupazioni era il lavoro con gli anziani, pensiero che l’assillava già durante la sua permanenza all’ospedale Coronel Mota. La sua intraprendenza la porta a fondare la “Casa do Vovô” per venire incontro agli anziani soli e abbandonati. Cerca appoggi presso l’ LBA ed il comune di Boa Vista uno spazio che le è ceduto nel quartiere di S. Vicente permettendogli di fondare L’Associazione Casa degli Anziani e dando ali al suo sogno. Il 4 gennaio 2003, lascia definitivamente l’opera dopo 28 anni di lotte, sofferenze ed incomprensioni, ma con la certezza di aver realizzato la sua missione donando la sua vita senza limiti.

Lo scorso 13 febbraio Suor Camilla ha festeggiato 51 anni di presenza in Roraima, terra che lei ha percorso con l’aereo, la macchina, la barca e a piedi, portando a tutti indistintamente la sua abnegazione e dedicazione a favore della salute, animata interiormente da quel Cristo dal quale attinge energie e forza.

Ella ci ha lasciato al sorgere del sole, dell’ 11 agosto, memoria di S, Chiara, che come lei, donna forte e sensibile si è consumata per Cristo e per i fratelli.

Numerosi gli attestati di stima e le testimonianze durante anche durante la celebrazione funebre del pomeriggio nella cattedrale di Boa Vista, ricordando come questa missionaria sia stata e resti nella memoria di coloro che l’anno conosciuta come “buon samaritano”. Ora riposa insieme agli altri missionari e missionarie nel cimitero di Boa Vista.

Recenti

Finestre sul MONDO

30 Nov 2021 Finestra sul Mondo

II domenica di Avvento. Anno C…

30 Nov 2021 Domenica Missionaria

Avvento. Un dono da accogliere

29 Nov 2021 Preghiere Missionarie

Essere giovani nell’Amazzonia

Essere giovani nell’Amazzoni…

29 Nov 2021 I Nostri Missionari Dicono

ARGENTINA. Missione quattro per quattro

ARGENTINA. Missione quattro pe…

29 Nov 2021 I Nostri Missionari Dicono

Pueblo Nuevo. Il villaggio di …

29 Nov 2021 Missione Oggi

Finestre sul mondo

23 Nov 2021 Finestra sul Mondo

I Domenica di Avvento. Anno C…

23 Nov 2021 Domenica Missionaria

Avvento. Venite saliamo al tem…

22 Nov 2021 Preghiere Missionarie

La vita spesa bene

La vita spesa bene

22 Nov 2021 I Nostri Missionari Dicono