Categoria: I Nostri Dicono
Visite: 1439 volte
Cinque giorni per imparare il “Fund raising” (ricerca fondi per progetti missionari).

{mosimage} Sei missionari della Consolata, provenienti da diverse regioni dell’Africa, dal 4 all’8 settembre hanno partecipato al “Funding workshop for religous”, un corso organizzato dall’organizzazione religiosa “Mission Project Service” in collaborazione con il “Jubilee Community Center” di Roma, con lo scopo di insegnare ai missionari religiosi le modalità di accesso ai finanziamenti per la realizzazione di progetti missionari.
P.Simao Pedro Costa (Regione Mozambico), P.Salvador Dal Molino (Regione Tanzania), P.Pietro Villa (Delegazione Costa d’Avorio), P. Matthiew Kasinzi (Regione Etiopia/Djibuti), P. Abraham Markos (Regione Etiopia) ed il laico Marco Longoni (Regione Congo),

si sono ritrovati insieme presso la casa generalizia ed hanno frequentato questo “workshop”, un corso caratterizzato da metodologie di apprendimento basate sul lavoro in gruppi e sull’immediata applicazione pratica dei concetti teorici appresi.La necessità di accedere a finanziamenti da parte di organismi ed agenzie di sviluppo “laiche” è sempre più sentita anche da parte del nostro Istituto ed in particolare da parte dei missionari che lavorano nel continente africano e sudamericano, che spesso si trovano in mancanza o carenza dei mezzi materiali necessari per la concretizzazione del carisma IMC in opere di promozione umana e sociale, in progetti pastorali e formativi.

Il corso è stato anche occasione di condivisione delle diverse esperienze in materia di ricerca fondi, sia tra i rappresentanti delle diverse regioni IMC, ma anche con i delegati di altre congregazioni religiose e missionarie (in totale una quarantina). Tutti i partecipanti hanno ricevuto un attestato di partecipazione al “Funding workshop”, e potranno ora impegnarsi, ciascuno nella propria Regione, nella comune finalità di cercare le risorse concrete per “fare la missione”.