Jul 03, 2022 Last Updated 9:59 AM, Jun 29, 2022

DRCongo: Le ultime da Kinshasa

Categoria: I Nostri Dicono
Visite: 1699 volte
Cari amici,
in questo 24 marzo 2007, commemorazione dei martiri missionari, vorremmo ricordare non solo i "nostri" martiri congolesi (la Beata Anuarite e Isidore Bakanja) e tutti gli altri martiri missionari africani, ma anche le persone che hanno perso la vita nei due giorni scorsi qui a Kinshasa, a causa degli scontri armati verificatisi tra la guardia dell'ex vicepresidente Jean-Pierre Bemba e l'esercito regolare (FARDC), per un totale stimato in circa 60-70 morti (tra i quali anche una decina di civili raggiunti da pallottole vaganti).

Oggi la situazione a Kinshasa sembra che stia tornando alla normalità.

Già da ieri sera ed in tutta la notte non si sono sentiti spari "pesanti" (cioè i colpi di cannone, che invece abbiamo sentito bene la notte prime e la mattinata di ieri, pur noi che siamo a 25 kilometri dal quartiere Gombe in centro città), ma solo sporadicamente degli spari di arma leggera, da parte della polizia e degli eserciti (la FARDC e l'esercito angolano, arrivato per rinforzare l'azione contro la milizia di Bemba).

Qui a Saint Hilaire il clima è sereno, e dalle notizie avute, anche in altre parti della città non ci sono motivi per temere il peggio. Anche i nostri missionari che sono rimasti bloccati da due giorni alla Gombe (Padre Mario Barbero, presso la nunziatura apostolica, ed il laici missionari della consolata Susi e David, ricoverati presso il centro allestito dalla MONUC presso Utex-Afrique), sono sereni e contano di poter reintrare a casa nella giornata di oggi.

Ora attendiamo le dichiarazioni politiche e l'applicazione di misure per arginare definitivamente il problema: è stato emesso un mandato d'arresto contro Bemba (attualmente rifugiatosi presso l'ambasciata sudafricana) per alto tradimento ed attentato alla Costituzione, mentre l'esercito sta iniziando a perlustrare capillarmente tutta la città, di casa in casa, in cerca dei ribelli che saranno disarmati ed arrestati.

Un pizzico di paura resta, per la presenza appunto di questi piccoli gruppetti di soldati ribelli, che sono stati dispersi a colpi di cannone ma che ora vagano per la città disperati, nascondendosi e saccheggiando.

Sappiamo però che il pericolo è passato, e continuiamo a pregare la Vergine Consolata affinché interceda per il dono della pace a favore soprattutto della popolazione civile, che in questo episodio ha dimostrato maturità e volontà di progredire verso la pace e la democrazia.

Un abbraccio a tutti voi,
Marco, Deborah e Stefano


Recenti

XIV Domenica del Tempo Ordinar…

28 Giu 2022 Domenica Missionaria

Finestre sul mondo

28 Giu 2022 Finestra sul Mondo

La consolazione che viene da M…

27 Giu 2022 Preghiere Missionarie

Il perdono possibile e necessa…

27 Giu 2022 Missione Oggi

Mons. Elio Rama: "La missione è audace..."

Mons. Elio Rama: "La miss…

27 Giu 2022 I Nostri Missionari Dicono

Mi abbandono tra le braccia di Dio ed in quelle di Maria

Mi abbandono tra le braccia di…

27 Giu 2022 I Nostri Missionari Dicono

XIII Domenica del Tempo Ordina…

22 Giu 2022 Domenica Missionaria

Finestre sul mondo

22 Giu 2022 Finestra sul Mondo

La consolazione che viene da G…

19 Giu 2022 Preghiere Missionarie

Il carisma in movimento

Il carisma in movimento

18 Giu 2022 I Nostri Missionari Dicono