Jan 26, 2022 Last Updated 10:26 PM, Jan 25, 2022

Mons. Giovanni Crippa. Le inondazioni in Brasile, anche la chiesa è una presenza consolatrice

Mons. Giovanni Crippa. Le inondazioni in Brasile, anche la chiesa è una presenza consolatrice Foto Meteogiornale
Letto 163 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Le inondazioni che hanno devastato negli ultimi giorni dell’anno 2021 la parte meridionale dello stato di Bahia e settori di Minas Gerais (Brasile) hanno causato grande sofferenza per la popolazione delle città e della campagne. Le persone danneggiate sono più di mezzo milione e migliaia i senza tetto che hanno perso spesso tutti i loro beni. La scia di distruzione lasciata dal passaggio delle acque ricorda uno scenario di guerra e , oltre la tempestiva assistenza è necessario pensare in piani di ricostruzione e recupero. Da poco più di due mesi è diventato vescovo della diocesi di Ilheus, nel sud di Bahia, Mons. Giovanni Crippa, Missionario della Consolata, che è stato raggiunto da Vatican News e la agenzia Sir lasciando la sua testimonianza sull’accaduto

03inondazioni 8524691aa

Foto: YouTGnet Isaac Nobrega

Non nascondo che la situazione è difficile e ci preoccupa soprattutto ‘il dopo’, quando si spegneranno le luci della cronaca, Ma la cosa più bella -ha detto- è la solidarietà che spontaneamente è arrivata dalle parrocchie. I fiumi straripavano ma è straripata anche la solidarietà, la carità, soprattutto in questo tempo di Natale in cui celebriamo il Dio Bambino, il Dio presente che entra nella storia. Questa azione è una presenza consolante

Per fortuna da qualche giorno ha smesso di piovere, ma i fiumi continuano a ricevere acqua; si sono rotte alcune dighe di bacini che avrebbero dovuto raccogliere l’acqua piovana; molti ponti e strade sono andati distrutti. Io stesso finora non ho potuto incontrare le comunità, che sono in gran parte isolate. La strada principale, che va da Ilhéus verso Itabuna, è interrotta in più punti. 

Il Governo dello stato di Bahia, anche con l’aiuto di altri Stati, sta mettendo a disposizione elicotteri per arrivare nelle località più remote. L’azione della Chiesa, nell’immediato, è incentrata sulla distribuzione di alimenti e generi di prima necessità. Potevamo contare con delle scorte della cosidetta “cesta basica” che avevamo a disposizione per aiutare le famiglie con problemi economici legati al Covid19. nelle strutture della chiesa abbiamo ospitato qualche famiglia rimasta senza casa, molti hanno potuto contare con la solidarietà dei parenti, altri sono stati ospitate in hotel e altre strutture messe a disposizione dalle autorità pubbliche. È molto quel che possiamo fare se siamo capaci di unire le nostre forze.

Ultima modifica il Lunedì, 03 Gennaio 2022 11:30
Altro in questa categoria: Aunguri di Buon Anno. Contemporanei »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

IV Domenica del Tempo Ordinari…

25 Gen 2022 Domenica Missionaria

Il vescovo del popolo

Il vescovo del popolo

23 Gen 2022 I Nostri Missionari Dicono

Sinodalità e afrodiscendenti

Sinodalità e afrodiscendenti

23 Gen 2022 I Nostri Missionari Dicono

La chiesa in Amazzonia si gioc…

23 Gen 2022 Missione Oggi

Beati i miti, perché avranno …

23 Gen 2022 Preghiere Missionarie

III domenica del Tempo Ordinar…

18 Gen 2022 Domenica Missionaria

Finestre sul mondo

18 Gen 2022 Finestra sul Mondo

L'ospitalità quotidiana... co…

17 Gen 2022 Missione Oggi

Beati quelli che sono nel pian…

17 Gen 2022 Preghiere Missionarie

Seconda domenica del Tempo Ord…

12 Gen 2022 Domenica Missionaria