Jun 15, 2021 Last Updated 4:24 PM, Jun 15, 2021

La pasqua di Padre Sabino

Letto 135 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Padre Sabino celebra la messa del suo 80° compleanno - Foto: Julio Caldeira imc

Padre Sabino Mariga è morto a São Paulo (Brasile), vittima del Covid-19, lo scorso venerdì 28 maggio. Aveva compiuto 80 anni il 28 febbraio e avrebbe celebrato i 50 anni di ordinazione sacerdotale il prossimo 12 dicembre. Maria Emerenciana Raia, giornalista di Missões che l’aveva intervistato qualche tempo fa, ci racconta la sua vita.

Padre Sabino Mariga nacque a Erechim, nello stato di Rio Grande do Sul, ed era figlio di agricoltori. Un giorno alcuni Padri della Consolata vennero a visitare la sua parrocchia di origine e in quell’occasione il piccolo Sabino, che allora aveva 10 anni, rimase particolarmente colpito dal racconto dei missionari in modo tale che, qualche anno dopo, prese la decisione di entrare al seminario. Era il 1954 l’anno in cui cominciava un cammino di intensa preparazione che l’avrebbe poi portato al sacerdozio quasi vent’anni dopo: venne infatti ordinato sacerdote il 12 dicembre 1971 all’età di trent’anni.
Dopo qualche anno dedicato all’animazione missionaria e alla pastorale nel sud del Brasile dove lui stesso era nato, nel 1977 cominciò la sua avventura missionaria che lo portò a lavorare, senza uscire dal suo paese di origine, nelle regioni amazzoniche di Roraima e Manaus.

Quegli anni sono piene di grati ricordi, fatiche ed aneddoti simpatici legati alcuni alla difficili condizioni del trasporto in quella regione come quando vide la ruota della propria auto rotolare via sorpassandolo o quando, avendo perso i freni della macchina in discesa, questa cominciò una corsa fuori controllo e un ragazzo, che cadde in quel momento, si salvò quasi miracolosamente solo con pochi graffi. Sono gli anni vissuti a stretto contatto con le comunità Macuxi.
Nel 2013 arriva alla casa regionale del Brasile a São Paulo e, ancora al servizio dei fratelli, si incarica delle spese della casa. Quest’anno, quando aveva ormai compiuto ottant’anni di età, guardava con entusiasmo la possibilità della canonizzazione del Beato Giuseppe Allamano, fondatore della sua famiglia missionaria. Diceva che stava aspettando quel momento come una grazia perché la sua comunità avrebbe avuto un santo più in cielo che ci protegge, ci accompagna e ci sostenere. “Abbiamo missionari che possono essere santi -diceva- ma abbiamo bisogno che lo sia anche il Fondatore. Saremo molto più felici e chissà, la nostra Congregazione camminerà meglio”.
Ringraziamo Dio per il dono della vita e la vocazione missionaria di padre Sabino Mariga, specialmente per il suo contributo alla formazione, alla promozione vocazionale e alla missione in Roraima. Con la fede nella risurrezione, imploriamo la misericordia di Dio su di lui. Che riposi in pace e che la luce eterna brilli su di lui.

Altro in questa categoria: Occhio al germoglio! »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

L'esperienza di essere consolati. "Consolate, consolate il mio popolo". 

L'esperienza di essere consola…

15 Giu 2021 Preghiere Missionarie

XII Domenica del Tempo Ordinario (ANNO B). Passiamo all'altra riva

XII Domenica del Tempo Ordinar…

15 Giu 2021 Domenica Missionaria

Notizie dall'EUROPA. Italia, Riunione G7 in Inghilterra

Notizie dall'EUROPA. Italia, R…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Notizie dall'ASIA. Afganistán; Myanmar; Bangladesh

Notizie dall'ASIA. Afganistán…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Notizie dall'AFRICA. Malawi, Tigrai, Costa d'avorio.

Notizie dall'AFRICA. Malawi, T…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Costa d'Avorio. Alcuni passi importanti nella vita della comunità

Costa d'Avorio. Alcuni passi i…

12 Giu 2021 Missione Oggi

Madre, Manifestazioni... e pandemia

Madre, Manifestazioni... e pan…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Colombia. Buenaventura... dimenticata come sempre

Colombia. Buenaventura... dime…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Mozambico. Un difficile cammino di chiesa ma con futuro.

Mozambico. Un difficile cammin…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Messaggio del Superiore Generale. La consolazione è speranza, responsabilità, presenza e impegno.

Messaggio del Superiore Genera…

09 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono