Jul 03, 2020 Last Updated 10:37 PM, Jun 29, 2020

La realtà preoccupante del coronavirus a Buenaventura

Letto 141 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimamente la situazione del coronavirus a Buenaventura è molto preoccupante. Il primo caso di Covid-19 a Buenaventura è stato registrato il 05 aprile di quest'anno, ma da allora il numero di persone infette non si è fermato. In meno di due mesi, la situazione ha preoccupato l'intero paese. Infatti, Buenaventura è il secondo luogo più infetto di coronavirus nel Dipartimento della Valle del Cauca dopo la città di Cali. Secondo l’Istituto Nacional de Salud, Buenaventura ha attualmente 577 infetti e 36 persone che sono morte da Covid-19. Questo numero è molto preoccupante in un comune che ha circa 440 mille abitanti.

04 INMD3 01 2016 colombia javiersule00b

In questo momento, Buenaventura è considerato il primo posto nel paese con il più alto per numero di contagi senza controllo e per tasso di letalità, cioè il tasso di persone che si ammalano da Covid-19 e muoiono, secondo la popolazione che ha. La situazione diventa drammatica ogni giorno.

L'accelerazione del contagio a Buenaventura preoccupa a causa di diversi motivi. La prima preoccupazione è il sistema sanitario troppo precario. La città ha un unico ospedale che non è dotato di ciò che è necessario per affrontare la pandemia. Non dispone di apparecchiature di terapia intensiva e respiratori per i pazienti. Né la clinica privata Santa Sofia ha la capacità di prendersi cura dei pazienti affetti da Covid-19. Il sistema sanitario sta già collassando. Su 577 pazienti affetti da covid-19, 447 si stanno curando nelle loro case, 28 sono ricoverati in ospedale e 6 sono in terapia intensiva. I pazienti che si curano a casa è perché non c'è nessun posto dove metterli. Neppure nelle loro case hanno ciò che è necessario e la maggioranza in questo momento sono ‘alla mercé di Gesù e Maria’ come dice il detto popolare bonaverense.

04 INMD3 02 700x394

L'altra preoccupazione è l'estrema povertà a cui è sottoposta la maggioranza della popolazione. Buenaventura è uno dei luoghi con il più alto tasso di disoccupazione del paese. C'è un alto tasso di povertà a Buenaventura. Secondo il DANE, mentre la povertà ad ogni livello nazionale è del 49%, a Buenaventura è del 66%. Nell'area urbana, la povertà è del 64% e nelle zone rurali è del 91%. Il 10% sono persone che vivono in condizioni di miseria totale a Buenaventura. Il tasso di disoccupazione è del 62% e il tasso di occupazione informale è del 90,3%. Questi dati mostrano che la maggior parte della popolazione bonaverense è povera. Ci sono diversi fattori che contribuiscono alla povertà nel più grande porto della Colombia. L'abbandono statale è uno dei fattori. Anche se Buenaventura ospita il più grande porto del paese in cui si mobilita il 60% delle esportazioni e delle importazioni, lo Stato non si sforza per investire nel miglioramento della qualità di vita dei Bonaveriani. La maggior parte delle persone sono immerse in una povertà assoluta. Molti vivono una vita indegna in baraccopoli e palafitte. La povertà ha distrutto l'essere e la dignità dei Bonaverensi. Altri fattori che contribuiscono alla povertà sono: la violenza che non consente la stabilità delle persone nei quartieri; la presenza di gruppi fuorilegge che estorcono il pizzo; mancanza di istruzione, tra gli altri. A causa della povertà, molte persone non possono permettersi oggetti come mascherine, guanti, cibo, ecc. Questa realtà preoccupa e fa chiedersi: come affronterà la popolazione questa pandemia?

04 INMD3 03 foto credito sociedad portuaria de cartagena dani 2

La mancanza di acqua pulita è un'eterna preoccupazione per la popolazione. La maggior parte degli abitanti di Buenaventura non hanno pieno accesso all'acqua potabile. Da notare che il servizio idrico municipale di Buenaventura non fornisce l’acqua 24 ore al giorno. Ci sono dei quartieri che sono da più di una quindicina di giorni senza accesso all'acqua potabile. Molte famiglie sopravvivono con l'acqua piovana. Alcune comunità nelle zone rurali dipendono dall'acqua dell’Oceano Pacifico e dei fiumi vicini. La mancanza di acqua a Buenaventura rappresenta una sfida enorme per la popolazione in quanto la lotta alla pandemia di Covid-19 esige l'uso di acqua potabile. La mancanza di acqua nelle case fa sì che le persone si muovano in cerca di essa. Questo crea ovunque folle di persone. La mancanza di acqua causa molti problemi igienici. La pandemia di Covid-19 richiede la pulizia delle mani e la mancanza di acqua porta ad un maggiore contagio e morte.

04 INMD3 04 image couv site 9292929 1

La fame è un'altra sfida che colpisce duramente molte persone a Buenaventura. C'è carenza di cibo in molte famiglie. Molte persone guadagnano il pane di ogni giorno racimolando qua e là. A causa della pandemia di coronavirus, le persone sono costrette a confinarsi nelle loro case. Coloro che sopravvivono con lavori informali ora hanno le mani incrociate, perché non possono andare a lavorare per fornire di cibo le loro case. Il futuro della maggior parte dei poveri non è sicuro e non sanno cosa fare a causa della mancanza di cibo adeguato. In questo periodo della pandemia, entità come il governo nazionale, il governatorato della Valle, l'Ufficio del Sindaco, la Chiesa e diverse ONG, hanno distribuito cibo alla popolazione, tuttavia questi aiuti non hanno mai risolto il problema della fame nella popolazione perché sono aiuti sporadici. La mancanza di cibo quotidiano colpisce fortemente la popolazione, in particolare i poveri che sono la maggioranza a Buenaventura.

La salute precaria, la povertà, la fame, ecc., sono il risultato di ingiustizie storiche di cui la popolazione di Buenaventura ha sempre sofferto. Questa realtà è ben manifesta nell'abbandono statale della città portuale. Anche se la maggior parte delle esportazioni e delle importazioni del paese passano attraverso Buenaventura, la popolazione non ha ospedali di qualità, scuola di qualità, accesso ad acqua potabile sicura, alloggi decenti, ecc. La corruzione si aggiunge a quelle sfide che affliggono la gente. Però alle persone corrotte che sprecano risorse pubbliche, la stessa legge li scagiona con la scusa che non ci sono prove sufficienti per condannarli.

Nonostante tutto questo...

C'è speranza per un mondo migliore. Le persone nella fede in Dio portano un ottimismo per cui supereranno tutte queste avversità. La Chiesa cattolica ha sempre accompagnato la popolazione. Attraverso la banca alimentare diocesana, la diocesi di Buenaventura ha esteso gli aiuti alimentari ai luoghi più bisognosi sia della popolazione urbana che rurale. In molte parrocchie, si preparano “ollas comunitarias” (pentole comunitarie) per nutrire i poveri. Mentre molte chiese evangeliche sono diventate invisibili in questo momento, la Chiesa cattolica ha accompagnato il popolo spiritualmente e fisicamente. Essa in questo momento di pandemia è la speranza del popolo bonaverense.

04 INMD3 05 Crisis humanitaria en choco lavibrante

Anche il municipio porta molta speranza. Il consigliere comunale per la disoccupazione civica Victor Vidal sta lavorando sodo per il suo popolo. In questo momento di pandemia, l'ufficio del sindaco si impegnò a fornire cibo a tutte le famiglie bonaverensi. Il sindaco quasi ogni giorno attraverso le radio e le televisioni invita la gente a prendere coscienza di ciò che sta succedendo nella comunità col Covid-19. Per la fiducia che le persone hanno in lui, anche in alcuni quartieri dove non si rispettavano le regole di confinamento, ora lo stanno facendo. La loro amministrazione finora si è meritata la fiducia del popolo di Buenaventura.

Ricapitolando, la pandemia di coronavirus è una cattiva notizia per Buenaventura, perla del Pacifico e cuore della "nero" della Colombia. La pandemia sta cambiando lo stile festivo di vita che caratterizza i bonaverensi e li costringe a chiudersi e allontanarsi l'uno dall'altro. È una sfida che costa a molti credere, proprio come è successo in altre parti del mondo. Tuttavia, la speranza si pone in Dio nell’attesa che un giorno le cose cambino e ci sia un mondo migliore e buono per la società.

Altro in questa categoria: O Quadro Negro »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

Nace la Conferencia Eclesial de la Amazonía: “una respuesta oportuna a los gritos de los pobres y de la hermana madre Tierra”

Nace la Conferencia Eclesial d…

30 Giu 2020 Finestra sul Mondo

Catechesi: un Direttorio molto atteso, “per far conoscere l'amore cristiano"

Catechesi: un Direttorio molto…

30 Giu 2020 Finestra sul Mondo

Anno Laudato si', opportunità di rinnovamento pastorale e missionario in America Latina

Anno Laudato si', opportunità…

30 Giu 2020 Missione Oggi

Grazie per San Tommaso

Grazie per San Tommaso

30 Giu 2020 Preghiere Missionarie

XIV Domenica -T. O. - Anno A

XIV Domenica -T. O. - Anno A

30 Giu 2020 Domenica Missionaria

La missione è già la prima consolazione per noi

La missione è già la prima c…

27 Giu 2020 I Nostri Missionari Dicono

A misericórdia: caminho para amazonizar-se

A misericórdia: caminho para …

27 Giu 2020 I Nostri Missionari Dicono

Kenya: Consolata, Our Mother’s Day

Kenya: Consolata, Our Mother…

26 Giu 2020 I Nostri Missionari Dicono

Il Cardinale Tagle: "Il linguaggio dell'evangelizzazione è quello della carità"

Il Cardinale Tagle: "Il l…

26 Giu 2020 Missione Oggi

Preghiera dell'accoglienza

Preghiera dell'accoglienza

26 Giu 2020 Preghiere Missionarie