Feb 20, 2020 Last Updated 6:03 PM, Feb 17, 2020

Inizia a Roma corso di Formazione Continua

Letto 297 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Con un momento di preghiera, è iniziato ieri 25 gennaio, Solennità della conversione dell’Apostolo Paolo, il Corso di Formazione Continua per i missionari della Consolata che durante il sessennio 2017-2023, celebrano i 25 anni di Ordinazione Sacerdotale o di Professione Perpetua, nel caso dei Fratelli.

Il corso si svolge nella Casa Generalizia dei Missionari della Consolata a Roma, con visita ai luoghi carismatici di Castelnuovo Don Bosco, dove nacque il Fondatore, il Beato Giuseppe Allamano, e a Torino, dove ebbe inizio l’Istituto nel 1901. Un tempo di ritiro sarà anche trascorso ad Assisi.

26 INMD3 01 e9c2aa0b 4a5e 4da9 8fe4 e27849f68c2e

Il momento di preghiera fu preparato da P. Efrem Baldaso, missionario delle Consolata, che insieme a P. Antonio Rovelli, P. James Lengarin, P. Dietrich Pendawazima e P. Lino Tagliani, fa parte dell’equipe di coordinamento.

P. James Lengarin, vice Superiore Generale, rivolgendo la parola di benvenuto ai corsisti, e poi nella celebrazione dell'Eucaristia, ricorda che questo momento di pausa meritata, non vuole essere un corso accademico, ma propone una esperienza forte di fraternità e preghiera, per favorire la riflessione e la condivisione personale. Ci sarà anche qua e là, l’aiuto di diversi invitati su tematiche pertinenti alla crescita personale, alla vita religiosa e alla missione.

26 INMD3 03 5411ce46 6303 4348 a2b6 434b9bb3f960

P. Giovanni Treglia, Superiore della Regione Europa, e di passaggio a Roma, ha anche rivolto una parola di benvenuto ai missionari e informa che la recentemente costituita Regione Europa comincia a dare i suoi primi passi in una realtà missionaria complessa. 

Nelle parole di presentazione rivolte da P. Antonio Rovelli, Consigliere Generale, viene ricordato il tema centrale del corso che evoca le parole di Gesù: “Io sono la vite, voi i tralci... senza di me non potete far nulla!” (Gv 15, 5) e l’invito del XIII Capitolo Generale, celebrato nel 2017, che i missionari della Consolata a un cammino di rivitalizzazione, non dimenticando le caratteristiche che sono loro proprie:

Il cuore della rivitalizzazione sta nel rinnovamento umano e spirituale di ogni missionario. Non si può realizzare la rivitalizzazione dell’Istituto se, alla base, non c’è lo sforzo di cambiare le cose dal di dentro. La rivitalizzazione ci trasforma in missionari entusiasti di evangelizzare chi ancora non conosce Cristo e testimoniarLo con la santità di vita. Essa potrà essere messa in marcia soltanto da un missionario che:

a)      sente profondamente l’urgenza di cambiare se stesso per poter cambiare le comunità e, di conseguenza, l’Istituto, in modo da recuperare la fedeltà al carisma, l’amore e la qualificazione della missione Ad Gentes, la profonda consapevolezza di essere consacrato per una missione generosa e di qualità;

b)      mette al primo posto Gesù Cristo, la sua Parola ascoltata e vissuta, facendo del Vangelo il libro della propria vita (cfr. Così vi voglio, n. 174) per esserene autentico testimone;

c)      è disponibile a rispondere alla vocazione come un impegno per tutta la vita, non come adesione ad un’esperienza temporanea, perché solo una scelta “per sempre” gli permette di incarnarsi e diventare un tutt’uno con i popoli a cui è inviato;

d)      sceglie le frontiere ed è disposto ad andare nei luoghi più difficili;

e)      ritiene fondamentale studiare e approfondire il proprio bagaglio culturale, e lo fa per mettere il sapere al servizio della missione, in maniera ineccepibile come il Fondatore ci ha insegnato.

Queste sono caratteristiche che per noi, in qualsiasi circostanza e in qualsiasi tempo, sono e rimangono pilastri incontestabili del nostro essere Missionari della Consolata. (XIII CG, 8)

Partecipano al Corso 26 missionari (24 sacerdoti e 2 fratelli) che presentemente conducono attività missionaria in Africa (Kenya, Mozambico, RD Congo, Costa D’Avorio, Uganda), America (Argentina, Colombia) e in Europa (Italia, Portogallo e Spagna).

26 INMD3 02 1d6bd1bc 709f 46bd 9223 c67a0c9deaf2

Essendo la solennità della conversione del grande missionario Paolo e la giornata conclusiva della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, il gruppo dei corsisti si è unito al Santo Padre per la preghiera dei Vespri nella basilica di S. Paolo fuori le Mura. Nell’omelia presentata da Papa Francesco, viene ricordata una verità per noi missionari essenziale e non tralasciabile, ossia, “la priorità di Dio è la salvezza di tutti.” Il pontefice continua ribadendo che questo “È un invito a non dedicarci esclusivamente alle nostre comunità, ma ad aprirci al bene di tutti, allo sguardo universale di Dio, che si è incarnato per abbracciare l’intero genere umano, ed è morto e risorto per la salvezza di tutti.”

Ultima modifica il Domenica, 26 Gennaio 2020 13:02
Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

Cronaca del Corso IMC 25 (9)

Cronaca del Corso IMC 25 (9)

17 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono

Abusi: come la Chiesa aiuta le vittime

Abusi: come la Chiesa aiuta le…

17 Feb 2020 Finestra sul Mondo

La decisione del Papa: nel 2022 ci sarà il prossimo Sinodo dei Vescovi

La decisione del Papa: nel 202…

17 Feb 2020 Finestra sul Mondo

Querida Amazonia. Giovenale: il Papa ci ha dato "autostrade" da far vivere

Querida Amazonia. Giovenale: i…

17 Feb 2020 Missione Oggi

20 febbraio: Giornata Mondiale della Giustizia Sociale

20 febbraio: Giornata Mondiale…

17 Feb 2020 Preghiere Missionarie

VII Domenica – T. O. - Anno A

VII Domenica – T. O. - Anno …

17 Feb 2020 Domenica Missionaria

Gracias Beato José Allamano

Gracias Beato José Allamano

16 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono

Beato Allamano: operoso nel silenzio, gioioso nell’azione

Beato Allamano: operoso nel si…

16 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono

Consolation starts at home: Continental Council of Africa, Kinshasa February 2020

Consolation starts at home: Co…

14 Feb 2020 I Nostri Missionari Dicono

Querida Amazonia, l’Esortazione del Papa per una Chiesa dal volto amazzonico

Querida Amazonia, l’Esortazi…

12 Feb 2020 Finestra sul Mondo