Nov 22, 2019 Last Updated 11:01 PM, Nov 20, 2019

Cimi presenta rapporto sulla violenza contro le popolazioni indigene nel 2018 al Sinodo dell'Amazzonia

Letto 258 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

I dati richiamano l'attenzione sull'aggravamento dell'offensiva sulle terre indigene in Brasile, attraverso invasioni, furti di legno e minerali, occupazioni e persino vendita illegale.

In un contesto in cui l'ambiente e i popoli originari sono al centro del dibattito mondiale, attraverso il Sinodo dell'Amazzonia che si svolge in Vaticano, il Consiglio Indigenista Missionario (Cimi) presenterà oggi (11/10), alle 19:30, la sua relazione annuale sulla violenza contro i Popoli Indigeni in Brasile – dati dal 2018. L'evento simultaneo al Sinodo dell'Amazzonia si terrà presso l'Istituto Consolata, Viale Mura Aurelie, 11-13, vicino alla Città del Vaticano.

Saranno presenti alla presentazione del rapporto: Mons. Roque Paloschi, presidente del Cimi e Arcivescovo di Porto Velho; Elza Nomn'di Xerente, leader del popolo Xerente in Tocantins; Jair Maraguá, leader del popolo Maraguá in Amazzonia; Adriano Karipuna, leader del popolo Karipuna a Rondônia; e Marline Dassoler, del Segretariato Nazionale del Cimi.

La pubblicazione è uno dei principali riferimenti per le organizzazioni e le istituzioni interessate al fatto indigena – sia nazionale che straniero, privato e pubblico – poiché sistematizza una varietà di tipi di violenza. Sono affrontati da violazioni del patrimonio dei popoli (le loro terre, stile di vita, ecc.) e contro individui e comunità (omicidi, minacce, razzismo, tra altri), come le violazioni che si verificano per omissione del potere pubblico (morti per mancata assistenza, mortalità infantile, suicidi, ecc.).

Il rapporto presenta un ampio elenco della situazione delle 1.290 terre indigene in Brasile: da quelle che sono state registrate alle omologate, dichiarate, identificate, per identificare e quelli senza alcun tipo di provvedimento da parte dello Stato brasiliano.

"Delimitate o meno – nella sua quasi totalità, le terre indigene sono invase, depredate e in processo di profonda devastazione. C'è anche la condizione inaccettabile di centinaia di comunità indigene che vivono senza terra, sui margini delle strade o accampate in piccole porzioni di terre statali o comunali, in aree degradate e contaminate dall'inquinamento o da pesticidi. I settori economici hanno spinto le autorità a mettere le terre indigene a disposizione dei voraci desideri di redditività di un mercato predatore", analizzano Roberto Liebgott e Lúcia Rangel, organizzatori della pubblicazione, nell'introduzione del relatorio.

Scaricare Rapporto CIMI 2018

* Traduzione: Pedro Louro IMC

Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

Il Papa in Thailandia, ai giovani: “Non vivere seduti sul divano”

Il Papa in Thailandia, ai giov…

21 Nov 2019 Finestra sul Mondo

Giornata dell’infanzia: le grandi religioni nel mondo e i diritti dei bambini

Giornata dell’infanzia: le g…

21 Nov 2019 I Nostri Missionari Dicono

P. José Fernando Florez: “Misión es dialogo entre iguales…”

P. José Fernando Florez: “M…

19 Nov 2019 I Nostri Missionari Dicono

50 años de la Misión en las Heras, Mendoza, Argentina

50 años de la Misión en las …

18 Nov 2019 I Nostri Missionari Dicono

Il Papa a pranzo con 1500 poveri

Il Papa a pranzo con 1500 pove…

18 Nov 2019 Finestra sul Mondo

Papa Francesco: “vigilare” su “cultura dello scarto e dell’odio”

Papa Francesco: “vigilare”…

18 Nov 2019 Finestra sul Mondo

Atto di Consacrazione del genere umano a Cristo Re

Atto di Consacrazione del gene…

18 Nov 2019 Preghiere Missionarie

Il Papa in Thailandia, i missionari: presenza viva nel paese

Il Papa in Thailandia, i missi…

18 Nov 2019 Missione Oggi

XXXIV Domenica - T.O. - Anno C - CRISTO RE

XXXIV Domenica - T.O. - Anno C…

18 Nov 2019 Domenica Missionaria

Sharpening our Souls

Sharpening our Souls

17 Nov 2019 I Nostri Missionari Dicono