Jun 15, 2021 Last Updated 4:24 PM, Jun 15, 2021

Il ministero dei catechisti

Pubblicato in Missione Oggi
Letto 122 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

24missioneoggi01 tgcabfpz

lo scorso 11 maggio è stato presentato a Roma il motu proprio per mezzo del quale il papa Francesco istituisce il ministero dei catechisti. Sopratutto nella chiesa missionaria il valore di questo ministero molto spesso esercitato da laici è innegabile. L'evangelizzazione capillare potremmo quasi dire che di interi continenti è opera di queste persone che hanno saputo vivere il loro ministero di annuncio come una vera vocazione. Vogliamo presentare in questa pagina qualche frammento di questo importante documento accompagnato da immagine con alcuni dei nostri catechisti. Ancora oggi con maggior ragione non c'è evangelizzazione senza il loro paziente e perseverante servizio

Fin dai suoi inizi la comunità cristiana ha sperimentato una diffusa forma di ministerialità che si è resa concreta nel servizio di uomini e donne i quali, obbedienti all’azione dello Spirito Santo, hanno dedicato la loro vita per l’edificazione della Chiesa. I carismi che lo Spirito non ha mai cessato di effondere sui battezzati, trovarono in alcuni momenti una forma visibile e tangibile di servizio diretto alla comunità cristiana nelle sue molteplici espressioni, tanto da essere riconosciuto come una diaconia indispensabile per la comunità.

La Chiesa ha voluto riconoscere questo servizio come espressione concreta del carisma personale che ha favorito non poco l’esercizio della sua missione evangelizzatrice. Lo sguardo alla vita delle prime comunità cristiane che si sono impegnate nella diffusione e sviluppo del Vangelo, sollecita anche oggi la Chiesa a comprendere quali possano essere le nuove espressioni con cui continuare a rimanere fedeli alla Parola del Signore per far giungere il suo Vangelo a ogni creatura. (Num 2)

24missioneoggi03 zfggsgnb

L’intera storia dell’evangelizzazione di questi due millenni mostra con grande evidenza quanto sia stata efficace la missione dei catechisti. Vescovi, sacerdoti e diaconi, insieme a tanti uomini e donne di vita consacrata, hanno dedicato la loro vita all’istruzione catechistica perché la fede fosse un valido sostegno per l’esistenza personale di ogni essere umano. Alcuni inoltre hanno raccolto intorno a sé altri fratelli e sorelle che nella condivisione dello stesso carisma hanno costituito degli Ordini religiosi a totale servizio della catechesi. (Num 3)

Non si può dimenticare, l’innumerevole moltitudine di laici e laiche che hanno preso parte direttamente alla diffusione del Vangelo attraverso l’insegnamento catechistico. Uomini e donne animati da una grande fede e autentici testimoni di santità che, in alcuni casi, sono stati anche fondatori di Chiese, giungendo perfino a donare la loro vita. Anche ai nostri giorni, tanti catechisti capaci e tenaci sono a capo di comunità in diverse regioni e svolgono una missione insostituibile nella trasmissione e nell’approfondimento della fede.

I Padri conciliari hanno ribadito più volte quanto sia necessario per la “plantatio Ecclesiae” e lo sviluppo della comunità cristiana il coinvolgimento diretto dei fedeli laici nelle varie forme in cui può esprimersi il loro carisma. «Degna di lode è anche quella schiera, tanto benemerita dell’opera missionaria tra i pagani, che è costituita dai catechisti, sia uomini che donne. Essi, animati da spirito apostolico e facendo grandi sacrifici, danno un contributo singolare ed insostituibile alla propagazione della fede e della Chiesa… (Num 4)

24missioneoggi02 agqbqwjy

Senza nulla togliere alla missione propria del Vescovo di essere il primo Catechista nella sua Diocesi insieme al presbiterio che con lui condivide la stessa cura pastorale, e alla responsabilità peculiare dei genitori riguardo la formazione cristiana dei loro figli, è necessario riconoscere la presenza di laici e laiche che in forza del proprio battesimo si sentono chiamati a collaborare nel servizio della catechesi. Questa presenza si rende ancora più urgente ai nostri giorni per la rinnovata consapevolezza dell’evangelizzazione nel mondo contemporaneo. (Num 5)

Non si può negare, dunque, che «è cresciuta la coscienza dell’identità e della missione del laico nella Chiesa. Disponiamo di un numeroso laicato, benché non sufficiente, con un radicato senso comunitario e una grande fedeltà all’impegno della carità, della catechesi, della celebrazione della fede» (Evangelii gaudium, 102). Ne consegue che ricevere un ministero laicale come quello di Catechista imprime un’accentuazione maggiore all’impegno missionario tipico di ciascun battezzato che si deve svolgere comunque in forma pienamente secolare senza cadere in alcuna espressione di clericalizzazione. (Num 7)

Questo ministero possiede una forte valenza vocazionale che richiede il dovuto discernimento da parte del Vescovo e si evidenzia con il Rito di istituzione. Esso, infatti, è un servizio stabile reso alla Chiesa locale secondo le esigenze pastorali individuate dall’Ordinario del luogo, ma svolto in maniera laicale come richiesto dalla natura stessa del ministero. È bene che al ministero istituito di Catechista siano chiamati uomini e donne di profonda fede e maturità umana, che abbiano un’attiva partecipazione alla vita della comunità cristiana, che siano capaci di accoglienza, generosità e vita di comunione fraterna, che ricevano la dovuta formazione biblica, teologica, pastorale e pedagogica per essere comunicatori attenti della verità della fede, e che abbiano già maturato una previa esperienza di catechesi (Num 8)

24missioneoggi04 hsnpdbjy

Ancora oggi il ministero del catechista produce martirio. Nella foto le tombe dei catechisti martiri di Guiúa (Mozambico) uccisi in odio alla fede il 22 marzo 1992, mentre stavano partecipando ad un corso di formazione in questo Centro Catechistico diocesano. È in corso il loro processo di beatificazione.

Puoi leggere tutto il documento qui

Ultima modifica il Lunedì, 24 Maggio 2021 15:19
Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

L'esperienza di essere consolati. "Consolate, consolate il mio popolo". 

L'esperienza di essere consola…

15 Giu 2021 Preghiere Missionarie

XII Domenica del Tempo Ordinario (ANNO B). Passiamo all'altra riva

XII Domenica del Tempo Ordinar…

15 Giu 2021 Domenica Missionaria

Notizie dall'EUROPA. Italia, Riunione G7 in Inghilterra

Notizie dall'EUROPA. Italia, R…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Notizie dall'ASIA. Afganistán; Myanmar; Bangladesh

Notizie dall'ASIA. Afganistán…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Notizie dall'AFRICA. Malawi, Tigrai, Costa d'avorio.

Notizie dall'AFRICA. Malawi, T…

14 Giu 2021 Finestra sul Mondo

Costa d'Avorio. Alcuni passi importanti nella vita della comunità

Costa d'Avorio. Alcuni passi i…

12 Giu 2021 Missione Oggi

Madre, Manifestazioni... e pandemia

Madre, Manifestazioni... e pan…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Colombia. Buenaventura... dimenticata come sempre

Colombia. Buenaventura... dime…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Mozambico. Un difficile cammino di chiesa ma con futuro.

Mozambico. Un difficile cammin…

10 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono

Messaggio del Superiore Generale. La consolazione è speranza, responsabilità, presenza e impegno.

Messaggio del Superiore Genera…

09 Giu 2021 I Nostri Missionari Dicono