Stampa questa pagina

Mysterium fragilis: l’uomo di fronte alla sua caducità, rivelazione liberante

Pubblicato in Missione Oggi
Letto 509 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il tempo presente offre certamente al cristiano la possibilità di ritrovare del tempo per pregare, per riflettere, per approfondire i contenuti della fede e per riqualificare le relazioni famigliari, tuttavia questa prova ci offre anche la straordinaria possibilità di rivedere la realtà della nostra vita personale alla luce del mistero della fragilità di cui siamo plasmati. L’uomo è mistero fragile

La nota mistica e scrittrice, medico, Adrienne Von Speyer, convertita dal protestantesimo nel 1940 sotto la guida del grande teologo Hans Urs Von Balthasar, ebbe a dire del nostro tempo: “L’uomo è posto bruscamente in solitudine unicamente davanti al Signore e al proprio peccato”. Queste parole sagge e illuminate di Adrienne, fotografano in modo appropriato il tempo che stiamo vivendo.

Questi giorni di grande sofferenza sono certamente un’occasione per riflettere sul senso della nostra esistenza e sul fine ultimo del nostro camminare nella storia.

Il tempo presente offre certamente al cristiano la possibilità di ritrovare del tempo per pregare, per riflettere, per approfondire i contenuti della fede e per riqualificare le relazioni famigliari, tuttavia questa prova ci offre anche la straordinaria possibilità di rivedere la realtà della nostra vita personale alla luce del mistero della fragilità di cui siamo plasmati.

Continuare a leggere...

Ultima modifica il Domenica, 22 Marzo 2020 22:42
Devi effettuare il login per inviare commenti