Stampa questa pagina

AFRICA - La luce del Vangelo per ricostruire un’Africa riconciliata

Pubblicato in Missione Oggi
Letto 208 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Troppo sangue, troppi morti per le nostre strade, troppe lacrime e grida riempiono i nostri fiumi, troppi drammi nel cuore della storia del continente africano”: è il commento che padre Donald Zagore, teologo della Società per le Missioni Africane, ha rilasciato all’Agenzia Fides parlando delle situazioni e degli eventi sempre più drammatici che affliggono il grande continente nero. “L’Africa ha la triste reputazione di essere un vasto cimitero a cielo aperto. Dopo il recente disastro aereo dell’ Ethiopian Airlines, con 157 morti, tre paesi dell'Africa meridionale, Mozambico, Zimbabwe e Malawi, sono stati colpiti dal ciclone Idai che ha fatto registrare migliaia di morti. In Mali, per l'anno 2018, le Nazioni Unite hanno riportato 500 civili uccisi e, attualmente, nel villaggio di Ogossagou, sono state massacrate circa 160 persone. Sono solo alcune delle tante tragedie – continua il missionario - a cui si aggiungono i massacri di Beni, Kivu settentrionale in Congo Kinshasa, che può quasi essere considerato un genocidio, i massacri in Nigeria, Camerun... Sono situazioni e figure spaventose e scioccanti.”

“Quando l'Africa smetterà di piangere i suoi morti per lavorare davvero alla ricostruzione del Paese?” si chiede.

“Culla dell'umanità, oggi il nostro continente deve trarre le lezioni necessarie dalla sua dolorosa storia, deve lavorare risolutamente per guarire ferite e superare i traumi. Bisogna favorire definitivamente il suo passaggio da un’Africa lacerata e malconcia di ieri all'Africa riconciliata di domani”, insiste p. Zagore.

“Le sfide in Africa sono enormi” sottolinea il missionario. “Dobbiamo lavorare per costruire, nel rispetto delle libertà e delle persone, stati di diritto e giustizia che rigettano categoricamente il linguaggio della violenza e dell'impunità come mezzo di espressione e governance. Per questo, è fondamentale stabilire un quadro giuridico equo nella gestione e risoluzione dei conflitti. Al di là di tutto, oggi l'Africa ha bisogno di reinventare una mentalità. E’ necessaria una vera rivoluzione della coscienza attraverso la luce del Vangelo nutrita dai valori di amore, carità e pace”. (DZ/AP)

Devi effettuare il login per inviare commenti