Jul 05, 2020 Last Updated 10:37 PM, Jun 29, 2020

LA NATURA DEL DISCEPOLATO

Categoria: Finestra sul Mondo
Visite: 1047 volte

Ibrahim Khawwas racconta come, già in giovane età, decise di seguire l'insegnamento di un certo maestro. Egli cercò quel saggio, lo trovò e gli chiese di diventare suo discepolo. Il maestro rispose: "Non sei ancora pronto". 
Visto che il giovane insisteva, il saggio gli disse: "Molto bene, ti insegnerò qualcosa. Sto partendo per il pellegrinaggio alla Mecca. Vieni con me".
Il discepolo era al colmo della gioia. "Dato che siamo ormai compagni di viaggio", disse il maestro, "è necessario che uno comandi e l'altro ubbidisca. Scegli il tuo ruolo".
"Comanda e io ubbidirò", disse il discepolo. 
"Io potrò comandare se tu saprai ubbidire", disse il maestro.
Il viaggio ebbe inizio. Una notte, mentre si stavano riposando nel deserto dell'Hejaz, cominciò a piovere. Il maestro si alzò e stese una coperta sopra il discepolo per proteggerlo dalla pioggia. 
"Ma tu stai facendo ciò che io dovrei fare per tè", protestò il discepolo.
"Io ti ordino di lasciarmi proteggerà", disse il saggio.
Quando si fece giorno, il giovane disse al maestro: "Oggi è un nuovo giorno. Lascia che sia io il capo, e ubbidiscimi". Il maestro acconsentì.
"Vado a raccogliere dei ramoscelli per accendere il fuoco", decise il giovane.
"Non se ne parla proprio; andrò io a raccoglierli", disse il saggio.
"Ti ordino di restare qui mentre vado a raccoglierli io!", protestò Ibrahim.
"Niente affatto", replicò il maestro, "perché non è conforme alle esigenze del discepolato che il discepolo si permetta di farsi servire dal maestro".
Così facendo, il maestro non perdeva mai un'occasione per mostrare al suo allievo, con esempi pratici, che cosa significava veramente il discepolato.
Giunti alle porte della Città Santa si separarono. Quando, più tardi, il giovane incontrò il saggio, non poté sostenere il suo sguardo. "Ciò che hai imparato", disse l'anziano, "fa parte della natura del discepolato".

* * *

Ibrahim Khawwas (II Tessitore di fibre di palma) definisce così la via sufi: "Lasciate che gli altri facciano ciò che deve essere fatto per voi. Fate per voi stessi ciò che dovete fare per voi stessi".
Questa storia sottolinea la differenza tra ciò che l'aspirante discepolo pensa che debba essere la sua relazione con un maestro insegnante, e la realtà di questa relazione. 
Khawwas fu uno dei grandi maestri antichi e questo viaggio viene citato nella Rivelazione di ciò che è velato, di Hujwiri, il più antico compendio di sufismo esistente in lingua persiana.

 

 

 


Recenti

Nace la Conferencia Eclesial de la Amazonía: “una respuesta oportuna a los gritos de los pobres y de la hermana madre Tierra”

Nace la Conferencia Eclesial d…

30 Giu 2020 Finestra sul Mondo

Catechesi: un Direttorio molto atteso, “per far conoscere l'amore cristiano"

Catechesi: un Direttorio molto…

30 Giu 2020 Finestra sul Mondo

Anno Laudato si', opportunità di rinnovamento pastorale e missionario in America Latina

Anno Laudato si', opportunità…

30 Giu 2020 Missione Oggi

Grazie per San Tommaso

Grazie per San Tommaso

30 Giu 2020 Preghiere Missionarie

XIV Domenica -T. O. - Anno A

XIV Domenica -T. O. - Anno A

30 Giu 2020 Domenica Missionaria

La missione è già la prima consolazione per noi

La missione è già la prima c…

27 Giu 2020 I Nostri Missionari Dicono

A misericórdia: caminho para amazonizar-se

A misericórdia: caminho para …

27 Giu 2020 I Nostri Missionari Dicono

Kenya: Consolata, Our Mother’s Day

Kenya: Consolata, Our Mother…

26 Giu 2020 I Nostri Missionari Dicono

Il Cardinale Tagle: "Il linguaggio dell'evangelizzazione è quello della carità"

Il Cardinale Tagle: "Il l…

26 Giu 2020 Missione Oggi

Preghiera dell'accoglienza

Preghiera dell'accoglienza

26 Giu 2020 Preghiere Missionarie