Oct 14, 2019 Last Updated 8:16 PM, Oct 12, 2019

Mostra di Arte Buddista Birmana a NYC

Pubblicato in Notizie
Letto 15586 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto

L’Asia Society, un’organizzazione con sede a New York, che ha contribuito a facilitare il riavvicinamento diplomatico tra gli Stati Uniti e il Myanmar, aprirà a New York, dal 10 febbraio al 10 maggio presso la propria sede, la prima mostra in Occidente di arte buddista birmana.

La mostra,”Arte buddista del Myanmar”, esporrà opere provenienti dai musei nazionali di Rangoon, di  Naypyidaw e da altre istituzioni, con gran parte delle opere che lasceranno il paese per la prima volta. La mostra sarà un’opportunità senza precedenti per mostrare uno stile di iconografia buddista, indebitata con usanze religiose locali e distintive, anche quando considerate insieme ad altre tradizioni Theravada nel sud-est asiatico. Tra i pezzi caratteristici, proveniente da Bagan, c’è un’immagine del Buddha mentre taglia la sua lunga coda di capelli, raccolti a forma di un lungo serpente, appena dopo la sua decisione di partire per diventare un asceta.

“Questa particolare immagine non è qualcosa che si vede spesso in altre culture. Il Myanmar è un paese che in realtà ha posto una forte enfasi sul monachesimo e sui testi antichi della vita del Buddha storico. A causa di questa tradizione, le storie legate alla vita del Buddha sono veramente prevalenti nell’immaginario buddista, insieme alle tradizioni locali di mitizzazione e di superstizione che sembrano essere radicate fortemente nella cultura birmana” hanno detto ai media gli organizzatori della mostra.

Il programma sarà accompagnata da una serie di eventi pubblici, tra cui conferenze, una performance del celebre gruppo di arte e danza, Shwe Man Thabin, e una tavola rotonda sullo stato della società civile, le riforme politiche e i diritti umani nel Myanmar. Sia il presidente Thein Sein che la leader dell’opposizione Aung San Suu Kyi hanno cominciato le loro visite ufficiali negli Stati Uniti con discorsi pubblici presso la sede dell’Asia Society a New York: un segno del ruolo di primo piano guadagnato dall’organizzazione nella diplomazia internazionale.

 

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti

Recenti

Cimi presenta rapporto sulla violenza contro le popolazioni indigene nel 2018 al Sinodo dell'Amazzonia

Cimi presenta rapporto sulla v…

12 Ott 2019 I Nostri Missionari Dicono

L'Amazzonia ha molto da insegnare al mondo e alla Chiesa

L'Amazzonia ha molto da insegn…

12 Ott 2019 I Nostri Missionari Dicono

Suicidio assistito. Don Angelelli (Cei): “Non è una scelta di libertà. Rafforzare la rete degli hospice e delle cure palliative”

Suicidio assistito. Don Angele…

10 Ott 2019 Finestra sul Mondo

Sinodo per l’Amazzonia: ecco chi sono i rappresentanti dei popoli indigeni che prendono parte ai lavori

Sinodo per l’Amazzonia: ecco…

10 Ott 2019 Finestra sul Mondo

Alle Religiose e ai Religiosi nei Paesi della Regione panamazzonica

Alle Religiose e ai Religiosi …

09 Ott 2019 I Nostri Missionari Dicono

Camminare insieme: sinodalità

Camminare insieme: sinodalità

08 Ott 2019 I Nostri Missionari Dicono

Il Papa apre il Sinodo sull’Amazzonia: evangelizzare non è colonizzare

Il Papa apre il Sinodo sull’…

07 Ott 2019 Finestra sul Mondo

Cristobal Lopez, un cardinale per “rendere visibili gli invisibili”

Cristobal Lopez, un cardinale …

07 Ott 2019 Finestra sul Mondo

Il Sinodo visto da São Gabriel da Cachoeira, la diocesi “più indigena” del mondo

Il Sinodo visto da São Gabrie…

07 Ott 2019 Missione Oggi

Preghiera per il creato

Preghiera per il creato

07 Ott 2019 Preghiere Missionarie