San Giovanni Battista, un uomo secondo il cuore di Dio

"Giovanni è il suo nome" "Giovanni è il suo nome"

Pubblichiamo la riflessione tenuta da padre Innocent Bakwangama questo lunedì 24 giugno presso la Casa Generalizia a Roma, IMC, durante la Messa nella Solennità della Natività di San Giovanni Battista.

C'è molto da dire circa la Solennità di oggi, la natività di San Giovanni Battista. Ma vorrei evidenziare solo un aspetto espresso nella seconda lettura (At 13, 22-26).

Bisogna innanzitutto ricordare che il popolo d'Israele pensava che Giovanni fosse il Messia che aspettava. Era quindi necessaria una spiegazione da parte dell'interessato per chiarire la questione. Per questa ragione, quando stava per concludere il corso della sua vita disse: “Non sono chi pensate, ma guardate, c’è qualcuno che viene dietro a me a cui non merito nemmeno di slacciare i sandali”(Gv 1, 27). Giovanni Battista parlava a nome di Dio, ma affermava con chiarezza che la luce che brilla è Gesù, non lui, e questa luce di Cristo risplende da sola. Da questo punto di vista, Giovanni ha dimostrato tutta la confusione della gente che lo riteneva il profeta definitivo.

Questo gli valse l'ammirazione di Gesù: “In verità vi dico: tra i nati di donna, nessuno è sorto più grande di Giovanni il Battista” (Mt 11,11). Il modo in cui Gesù parla di Giovanni Battista tradisce il suo entusiasmo per quest'uomo che per primo ha forzato le porte del Regno. Gli piace la sua franchezza e la sua durezza e arriva al punto di paragonarlo a Elia. “E se vuoi sentirlo: lui stesso è Elia che deve venire” (Mt 11, 14). 

Cosa dice a noi missionari? Spesso nelle nostre comunità siamo missionari coraggiosi, bravi, molto attivi e molto amati dai cristiani. Quando ci siamo, la parrocchia o comunità è sempre piena di gente. Ma quando veniamo trasferiti altrove, la parrocchia o la comunità resta vuota. Chiediamoci: cosa può giustificare questo? Cosa cerca le gente? Perché vengono da noi? Cosa diciamo loro? Qual è il nostro atteggiamento?

Penso che dobbiamo imparare da Giovanni Battista. Come lui, siamo chiamati a farci da parte perché Gesù cresca. Dobbiamo servire da ponte per arrivare a Gesù e non da ostacoli. La nostra missione è facilitare l'incontro con il Signore. Dobbiamo dire alla gente, come ha detto Giovanni: “ecco l'agnello di Dio” (Gn 1, 29). È Lui che siamo chiamati a far conoscere. Affinché, anche se cambiamo di parrocchia o comunità, la gente rimanga lì per Gesù. Noi cambiamo di comunità, ma Gesù non cambia mai.

Che San Giovanni Battista ci serva da esempio e che la sua umiltà e franchezza ci caratterizzino.

* Padre Innocent Bakwangama, IMC, omelia nella Solennità della Natività di San Giovanni Battista.

Last modified on Monday, 24 June 2024 20:36

Gli ultimi articoli

Un pellegrinaggio nel cuore del Beato Giuseppe Allamano

11-07-2024 Allamano sarà Santo

Un pellegrinaggio nel cuore del Beato Giuseppe Allamano

In una edizione speciale interamente dedicata alla figura di Giuseppe Allamano, la rivista “Dimensión Misionera” curata della Regione Colombia, esplora...

XV Domenica del TO / B - “Gesù chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli a due a due"

10-07-2024 Domenica Missionaria

XV Domenica del TO / B - “Gesù chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli a due a due"

Am 7, 12-15; Sal 84; Ef 1, 3-14; Mc 6, 7-13 La prima Lettura e il Vangelo sottolineano che la chiamata...

"Camminatori di consolazione e di speranza"

10-07-2024 I Nostri Missionari Dicono

"Camminatori di consolazione e di speranza"

I missionari della Consolata che operano in Venezuela si sono radunati per la loro IX Conferenza con il motto "Camminatori...

Un faro di speranza per le persone che vivono per strada

10-07-2024 Missione Oggi

Un faro di speranza per le persone che vivono per strada

I Missionari della Consolata dell'Argentina accompagnano le “Case di Cristo” a “Villa Soldati” Nel cuore di Villa Soldati, a Buenos Aires...

Santo (in punta di piedi)

09-07-2024 Allamano sarà Santo

Santo (in punta di piedi)

Il 23 maggio scorso la sala stampa del Vaticano annunciava che papa Francesco aveva approvato l’avvenuto miracolo della guarigione dell’indigeno...

Il Papa: la democrazia non gode di buona salute, serve creatività per il futuro

08-07-2024 Notizie

Il Papa: la democrazia non gode di buona salute, serve creatività per il futuro

Nel primo discorso presso il Centro Congressi di Trieste, Francesco sottolinea che “l’indifferenza è un cancro della democrazia”, forte l’invito...

Venezuela: Consolazione e missione nella periferia

07-07-2024 I Nostri Missionari Dicono

Venezuela: Consolazione e missione nella periferia

In questo mese di luglio è in programma la Conferenza della Delegazione IMC Venezuela con la partecipazione del Superiore Generale...

Allamano Santo: L'arcivescovo di Cuiabá esprime gioia!

06-07-2024 Notizie

Allamano Santo: L'arcivescovo di Cuiabá esprime gioia!

L'arcivescovo di Cuiabá, mons. Mário Antônio da Silva, ha inviato un messaggio ai missionari e alle missionarie della Consolata, esprimendo...

Etiopia: la Chiesa è dalla parte del popolo che soffre

05-07-2024 Notizie

Etiopia: la Chiesa è dalla parte del popolo che soffre

“Abbiamo ringraziato il Papa per il suo appoggio durante le guerre e i conflitti nel Paese, siamo una minoranza ma...

Articoli correlati

onlus

onlus

consolata news 2

 

Contatto

  • Viale Mura Aurelie, 11-13, Roma, Italia
  • +39 06 393 821