XX Domenica del Tempo Ordinario (Anno C). Sono venuto a portare fuoco sulla terra

Pubblicato in Domenica Missionaria
Vota questo articolo
(2 Voti)

Ger 38,4-6.8-10;
Sal 39;
Eb 12,1-4;
Lc 12,49-53.

Il fuoco che non si estingue viene dal cielo: è il fuoco dello Spirito che è l’espressione luminosa e calda della presenza divina fra noi; è il battesimo dell’amore. Nasce la luce, nasce il pane, nasce l’acqua, nasce Dio! Nasce la nuova Betlemme, casa del Pane consumato; la nuova Emmaus, locanda del Pane spezzato; la nuova Betania, casa del Pane offerto agli uomini per sempre. Questo fuoco è il fuoco capace di espandersi senza fare i danni di un incendio, ma creando legami caldi di vivace scambio.

Eppure con questo fuoco noi scopriamo anche le divisioni e tutta la parola di Dio di quest'oggi ci parla di divisioni e di conflitti. Evidentemente tutto ciò che divide non viene da Dio, perché in Dio si fa unità; eppure la legge nuova, quella dell'amore senza limiti, arriva a dire "chi ama il padre e la madre più di me non è degno di me". Si tratta della divisione che si produce quando ci si impegna per l'autenticità e la missione di Gesù. Non è qualcosa di “indolore”; accogliere il progetto di Gesù ci porta al bivio dove dobbiamo prendere una decisione: "con Lui o contro di lui". Non dobbiamo dimenticare che Gesù è segno di contraddizione per ogni tempo, pietra di inciampo per quanti guardano in alto aspettandosi miracoli e prodigi oppure pietra angolare per chi guarda le sue mani stanche, quelle di un carpentiere intento a costruire la casa della speranza: la Chiesa.

Per questo la liturgia di oggi parla di divisione, e di divisione radicale anche nelle relazioni familiari fondamentali. Lui è la pace, ma non tutti la accolgono. Chi lo accoglie, si incammina sulla via del Vangelo e sperimenta la sua pace; chi non lo accoglie, non riesce proprio a capire il cambiamento di vita di chi ha creduto e così lo osteggia, lo critica, lo combatte. 

Cristo è fuoco acceso! Non poi passare accanto al fuoco senza sentirne il calore. Cristo è acqua che zampilla per la vita eterna! Non puoi attraversare un torrente senza sentirne la frescura. Cristo è sole che sorge!  Non poi non sentire, nel cuore della notte, l’attesa della luce del nuovo giorno che sorge. Questo fuoco ha molto a che vedere con la missione e nel cuore del missionario deve ardere in modo inestinguibile. La Evangelii gaudium ce lo ricorda a chiare lettere, vale la pena rileggere intiero il numero 266.

"Non si può perseverare in un'evangelizzazione piena di fervore se non si resta convinti, in virtù della propria esperienza, che non è la stessa cosa aver conosciuto Gesù o non conoscerlo, non è la stessa cosa camminare con Lui o camminare a tentoni, non è la stessa cosa poterlo ascoltare o ignorare la sua Parola, non è la stessa cosa poterlo contemplare, adorare, riposare in Lui, o non poterlo fare. Non è la stessa cosa cercare di costruire il mondo con il suo Vangelo piuttosto che farlo unicamente con la propria ragione. Sappiamo bene che la vita con Gesù diventa molto più piena e che con Lui è più facile trovare il senso di ogni cosa. È per questo che evangelizziamo. Il vero missionario, che non smette mai di essere discepolo, sa che Gesù cammina con lui, parla con lui, respira con lui, lavora con lui. Sente Gesù vivo insieme con lui nel mezzo dell'impegno missionario. Se uno non lo scopre presente nel cuore stesso dell'impresa missionaria, presto perde l'entusiasmo e smette di essere sicuro di ciò che trasmette, gli manca la forza e la passione. E una persona che non è convinta, entusiasta, sicura, innamorata, non convince nessuno".

Come discepoli missionari siamo chiamati a essere creativi, nella missione, nella pastorale, nel linguaggio. Non vale l'omologazione, ma la creatività; quel calore che non può non venire dallo Spirito, che come ogni fuoco brucia.

Gli ultimi articoli

La perla preziosa del Beato Giuseppe Allamano

20-02-2024 Triennio Allamano

La perla preziosa del Beato Giuseppe Allamano

A colloquio con il postulatore della causa di canonizzazione Il Beato Giuseppe Allamano, nato a Castelnuovo d’Asti (oggi Castelnuovo Don Bosco)...

Leggi tutto

Padre Marco Marini: Missione in Etiopa, un desiderio dell'Allamano

18-02-2024 I Nostri Missionari Dicono

Padre Marco Marini: Missione in Etiopa, un desiderio dell'Allamano

L’Istituto Missioni Consolata è nato dal desiderio del Beato Giuseppe Allamano di aprire missioni in Etiopia, dove voleva inviare i...

Leggi tutto

Il Papa: le guerre sono una sconfitta e inutili. Le popolazioni sono sfinite

18-02-2024 Notizie

Il Papa: le guerre sono una sconfitta e inutili. Le popolazioni sono sfinite

Dopo l'Angelus, Francesco lancia i suoi appelli alla fine della violenza in Sudan, dove chiede di fermare un conflitto che...

Leggi tutto

Missionari "ad gentes" nella santità della vita

16-02-2024 Triennio Allamano

Missionari "ad gentes" nella santità della vita

Si avvicina la festa del nostro Beato Giuseppe Allamano. Viene istintivo a tutti noi guardare alla sua figura come modello...

Leggi tutto

Repubblica Democratica del Congo: i Pigmei e i «verdi fratelli silenziosi»

16-02-2024 Missione Oggi

Repubblica Democratica del Congo: i Pigmei e i «verdi fratelli silenziosi»

Missione, e cura del Creato, nel cuore del foresta congolese «Qui davanti alla missione c’è la piccola piantagione di caffè che...

Leggi tutto

Pasqua prima della Quaresima… è possibile?

16-02-2024 I Nostri Missionari Dicono

Pasqua prima della Quaresima… è possibile?

Gli indios Warao in pellegrinaggio attraverso le terre di Boa Vista, Roraima (come rifugiati, apolidi o migranti) si svegliano con...

Leggi tutto

Messa segna la Giornata dei consacrati brasiliani a Roma

15-02-2024 Missione Oggi

Messa segna la Giornata dei consacrati brasiliani a Roma

Un paio di sandali, una lampada, la Bibbia e un'immagine della Madonna di Aparecida, la patrona del Brasile. Questi erano...

Leggi tutto

Sudan: la guerra dimenticata che ha fatto dieci milioni di sfollati e profughi

15-02-2024 Notizie

Sudan: la guerra dimenticata che ha fatto dieci milioni di sfollati e profughi

Nel Paese africano sono almeno 12 mila le vittime di un conflitto che, dopo quasi 10 mesi, sta radicalizzandosi tra...

Leggi tutto

I Domenica di Quaresima / B: “Io stabilisco la mia alleanza con voi”

14-02-2024 Domenica Missionaria

I Domenica di Quaresima / B: “Io stabilisco la mia alleanza con voi”

Gen 9,8-15;  Sal 24;  1Pt 3,18-22;  Mc 1,12-15.  Il tema dell'alleanza permea le tre letture di questa prima domenica di Quaresima. Con il...

Leggi tutto

Articoli correlati

onlus

onlus