XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Hits: 1559 times

Alla mensa di Gesù c’è posto e grazia per tutti

 

Is  25,6-10. L'immagine del convito, ci apre la strada per leggere in chiave profetica il Vangelo. Troviamo già l'invito alla festa, alla quale accorreranno tutti i popoli e sarà sul "monte". 

Fil  4,12-14.19-20. San Paolo, con la frase "tutto posso in colui che mi da forza" vuol dire che Dio soddisferà tutto il nostro bisogno di complemento nella persona di Cristo.

Mt  22,1-14. La comunità di Matteo risponde alla domanda: "cos'è il Regno di Dio?". E ci presenta la sua risposta con l'immagine di un banchetto di nozze a cui tutti sono invitati e con la connotazione di trasformare una realtà storica sociale malvagia e ingiusta in un'altra buona e giusta, il Regno di Dio.

 

Gesù propone un’altra parabola per il Regno dei Cieli ai sommi sacerdoti e ai notabili del popolo: a quelli che si consideravano come i grandi destinatari dell’invito di Dio, però che non accettavano la predicazione di Gesù e criticavano il suo comportamento. Si celebra una gran festa di nozze e ci sono alcuni invitati ricchi. Però quando arriva il momento non vogliono partecipare. Il banchetto già preparato non deve perdersi per colpa loro. Allora i servi ricevono l’ordine sconcertante: ‘’andate ai crocicchi e tutti quelli che incontrate, buoni e cattivi, invitateli alle nozze’’ e la sala si riempie. Ugualmente Gesù mette da parte sommi sacerdoti e gente importante e si dirige a quelli che non sono niente: pubblicani, peccatori, uomini e donne di ogni genere e carattere. Gesù fa capire che trascurare il banchetto del Regno equivale a rinnegare l’alleanza e qualsiasi diritto che c’era come popolo favorito e prescelto. Noi possiamo considerarci parte della opzione preferenziale dopo che siamo entrati a far parte degli invitati e possiamo ritenerci oggetto di ogni preferenza dopo aver accettato la convivenza nel banchetto del Regno. E questa festa è la salvezza che tutti desideriamo e che soltanto può venire da Dio, fonte di vita, perchè solo lui può asciugare le nostre lacrime e convertire la vita nostra, di tutti, in una realtà felice permanente senza deficit partecipativi.. L’ultima parte della parabola è come una aggiunta destinata ai cristiani, a tutti quelli che hanno accettato di entrare e che debbono essere coerenti con il nuovo abito, il nuovo modo di vivere e di corrispondere con amore all’amore ricevuto. Il banchetto di nozze ci mette anche in una dimensione eucaristica. Siamo invitati a partecipare alla mensa dove incontriamo la meravigliosa trasformazione e scambio: il nostro corpo per il suo corpo, il nostro sangue per il suo sangue.

 

Di fronte a un mondo come il nostro così caricato di problemi, l’idea del Regno come una grande festa, può dispiacere a qualcuno, però deve essere considerata nella nostra vita, perché Dio è una forza che libera e da felicità all’uomo, e la fede è una buona notizia come ci insegna il Vangelo .Un altro particolare per riflettere. Dio manda i servi a cercare la gente nei crocicchi delle strade. Dice proprio: crocicchi delle strade dove non si trovava neanche in quei giorni gente buona e timorata. È proprio da quelle parti che Gesù  manda a predicare l’invito al banchetto che è simbolo del Regno di Dio. Ci manda a invitare tutti, cattivi e buoni dice Matteo. Si cercano tutti in generale, non i più preparati, i più poderosi, e nemmeno i migliori.

Uno diventa buono se si riveste di Cristo. 

 

 

 


Gli ultimi articoli

XVI Domenica del TO / B -“Venite in disparte e riposatevi un po’”

17-07-2024 Domenica Missionaria

XVI Domenica del TO / B -“Venite in disparte e riposatevi un po’”

Ger 23,1-6; Sal 22; Ef 2,13-18; Mc 6,30-34 Nel vangelo Marco ci presenta Gesù come un vero pastore il cui sguardo ...

Percorso spirituale: “Il Fondatore e l’Eucaristia”

17-07-2024 Allamano sarà Santo

Percorso spirituale: “Il Fondatore e l’Eucaristia”

In continuità con il percorso spirituale proposto dalle due Direzioni Generali IMC - MC e in preparazione alla canonizzazione del...

Missionari laici della Consolata in Venezuela

16-07-2024 Missione Oggi

Missionari laici della Consolata in Venezuela

Prima di tutto vogliamo essere grati a Dio, alla Chiesa e ai Missionari della Consolata; la gratitudine è la nostra...

Mozambico. Non è mediatica, ma è una guerra

16-07-2024 Notizie

Mozambico. Non è mediatica, ma è una guerra

Una regione del Paese africano alla mercé della guerriglia islamista C’era ottimismo a Maputo, la capitale mozambicana. La guerriglia a Cabo...

Giustizia Riparativa e la “pedagogia allamaniana”

15-07-2024 Missione Oggi

Giustizia Riparativa e la “pedagogia allamaniana”

La Corte di Giustizia dello Stato del Paraná (Brasile) ha tenuto dal 3 al 5 luglio l'incontro sulla Giustizia Riparativa...

Perù: prima assemblea dei popoli nativi

14-07-2024 Missione Oggi

Perù: prima assemblea dei popoli nativi

I rappresentanti dei popoli nativi dell'Amazzonia peruviana, insieme ai missionari, si sono riuniti nella Prima Assemblea dei Popoli Nativi, che...

Padre James Lengarin festeggia 25 anni di sacerdozio

13-07-2024 Notizie

Padre James Lengarin festeggia 25 anni di sacerdozio

La comunità di Casa Generalizia a Roma festeggerà, il 18 luglio 2024, il 25° anniversario di ordinazione sacerdotale di padre...

Nei panni di Padre Giuseppe Allamano

13-07-2024 Allamano sarà Santo

Nei panni di Padre Giuseppe Allamano

L'11 maggio 1925 padre Giuseppe Allamano scrisse una lettera ai suoi missionari che erano sparsi in diverse missioni. A quel...

Un pellegrinaggio nel cuore del Beato Giuseppe Allamano

11-07-2024 Allamano sarà Santo

Un pellegrinaggio nel cuore del Beato Giuseppe Allamano

In una edizione speciale interamente dedicata alla figura di Giuseppe Allamano, la rivista “Dimensión Misionera” curata della Regione Colombia, esplora...

onlus

onlus

consolata news 2

 

Contatto

  • Viale Mura Aurelie, 11-13, Roma, Italia
  • +39 06 393 821