Oct 17, 2017 Last Updated 9:04 PM, Oct 15, 2017

9 - Consolaci Donandoci Gesù

 

Invitatorio

Esulta grandemente figlia di Sion,
giubila, figlia di Gerusalemme!
Ecco, a te viene il tuo re.
Egli è giusto e vittorioso,
umile, cavalca un asino,
un puledro figlio d'asina.
Farà sparire i carri da Efraim
e i cavalli da Gerusalemme,
l'arco di guerra sarà spezzato,
annunzierà la pace alle genti,
il suo dominio sarà da mare a mare
e dal fiume ai confini della terra (Zac 9, 9-10).

 

Acclamazione

Salve, Maria, Madre di Dio, che portasti al mondo una grazia ineffabile.
Salve, Maria, Madre di Dio, che facesti splendere nel mondo
Colui che è la vera luce, nostro Signore Gesù Cristo.
Salve, Maria, Madre di Dio, che portasti la luce
a quelli che erano nelle tenebre e nell'ombra della morte.
Salve, Maria, Madre di Dio, Madre di Colui che i Vangeli proclamano benedetto.
Salve, Maria, Madre di Dio, per la quale venne al mondo
il Vincitore della morte e il Distruttore dell'inferno.
Salve, Maria, Madre di Dio, per la quale venne al mondo
l'Autore della creazione e il Restauratore delle creature, il Re dei Cieli.
Salve, Maria, Madre di Dio, per la quale rifulse
e risplendette la gloria della Risurrezione.

 

Meditazione

Giuseppe Allamano: Ad Jesum per Mariam. Il desiderio della Madonna è di cooperare perché il sangue del suo Figlio non sia sparso invano. Corredentrice con nostro Signore, anche Lei ha portato il peso dei nostri peccati. Tutto ciò che ferisce Gesù, ferisce e dispiace alla Madonna. Ella ha voluto dare il suo nome al nostro Istituto, perché si collabori a salvare più anime che sia possibile. Se uno vuole salvarsi senza passare per la Madonna, sbaglia. Non si può giungere a Gesù se non per mezzo della Madonna: ad Jesum per Mariam, a Gesù per Maria! (CVV 155).

Irene Stefani: La nostra Madre Maria SS. Faccia piovere su di te tutte le benedizioni e moltiplichi i frutti consolanti del tuo apostolato (A mons. Perrachon, luglio 1926)

 

Preghiera

Alma Mater, nel tempestoso mare della vita noi ti chiediamo il dono dell'equilibrio cristiano, tanto necessario alla Chiesa e al mondo di oggi. Liberaci dal male e dalle nostre meschinità: salvaci dai compromessi e dai conformismi; tienici lontano dai miti e dalle illusioni, dallo scoraggiamento e dall'orgoglio, dalla timidezza e dalla sufficienza, dall'ignoranza e dalla presunzione, dall'errore, dalla durezza del cuore. Donaci la tenacia nello sforzo, la calma nella sconfitta, il coraggio per ricominciare, l'umiltà nel successo. Apri i nostri cuori alla santità. Donaci una perfetta semplicità, un cuore puro, l'amore alla verità all'essenziale, la forza d'impegnarci senza calcolo alcuno, la lealtà di conoscere i nostri limiti e di rispettarli. Accordaci la grazia di sapere accogliere e vivere la Parola di Dio. Accordaci il dono della preghiera. Apri i nostri cuori a Dio Noi ti chiediamo l'amore alla Chiesa, così come tuo Figlio l'ha voluta, per partecipare in essa e con essa, in fraterna comunione con tutti i membri del Popolo di Dio alla salvezza degli uomini nostri fratelli. Infondici per gli uomini comprensione e rispetto, misericordia e amore.

 

Intercessione

O Madre,

Arca della nuova alleanza, donaci Gesù, la vera consolazione.

Anfora dello Spirito Santo, intercedi per noi che ti proclamiamo beata.

Cattedrale del grande silenzio, consola i missionari che annunziano la tua gloria alle genti.

8 - Consolaci Nel Martirio

 

Invitatorio

Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era più. 
Vidi anche la città santa, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 
Udii allora una voce potente che usciva dal trono:

“Ecco la dimora di Dio con gli uomini!
Egli dimorerà tra di loro
ed essi saranno suo popolo
ed egli sarà il "Dio-con-loro".
E tergerà ogni lacrima dai loro occhi;
non ci sarà più la morte,
né lutto, né lamento, né affanno,
perché le cose di prima sono passate” (Ap 21, 1-4).

 

Acclamazione

O fiore di Grazia gentile
Signora dei Martiri bella
Alleluia.
Ha preso possesso del suo regno il Signore,
il nostro Dio, l'Onnipotente.
Rallegriamoci ed esultiamo,
rendiamo a lui gloria,
perché son giunte le nozze dell'Agnello;
la sua sposa è pronta,
le hanno dato una veste
di lino puro splendente" (Ap 19, 6-8).

 

Meditazione

Giuseppe Allamano: Tutti i dolori di Gesù si riversarono nel cuore della Madre. Già fin da quando fu scelta a essere la Madre del Redentore, Dio le fece prevedere, con la profezia di Simeone, il martirio incruento che avrebbe dovuto sopportare. Tutta la vita di Maria SS., come quella del Signore, fu croce e martirio. Il compatire la Madre nei suoi grandi dolori è proprio di un cuore delicato.

Alfonso dice che Maria SS. fu la Regina dei martiri, perché il suo martirio fu più lungo e più doloroso di quello di tutti i martiri assieme. S. Bernardo spiega che Maria SS. fu martire nell’animo. E tutto Ella soffrì per noi e per la nostra salvezza. Meditando i dolori della Madonna ciascuno dica: «Ha sofferto per me!» (CVV 165).

Irene Stefani: Di nuovo ti dico di offrire a Dio, con cuore generoso, le tribolazioni e la tristezza che senti, continuando sempre il tuo lavoro, ma sta attento a offrire tutto a Dio per le mani della Madre nostra, Maria SS. Consolata. Ricordati che i Santi Martiri dei primi tempi baciavano le catene con le quali erano legati e nello stesso tempo diffondevano la Religione di Cristo (Ghekondi, 31 marzo 1928).

 

Preghiera

Nel tuo Sabato santo, o Maria,
sei l'icona della Chiesa dell'amore,
sostenuta dalla fede più forte della morte
e viva nella carità che supera ogni abbandono.

Tu, o Maria, ci insegni che l'apostolato,
la proclamazione del Vangelo,
il servizio pastorale,
l'impegno di educare alla fede,
di generare un popolo di credenti,
ha un prezzo, si paga "a caro prezzo".

Pregandoti per tutti i missionari martiri,
ti chiediamo di insegnaci a comprendere il valore della Croce nella nostra vita,
affinché completiamo nel nostro corpo ciò che manca alla Passione di Cristo,
a beneficio del suo Corpo Mistico, che è la Chiesa.

Donaci quell'intima consolazione della vita
che accetta di pagare volentieri,
in unione col cuore di Cristo,
questo prezzo della salvezza.
Fa' che il nostro piccolo seme
accetti di morire per portare frutto.

Amen.

 

Intercessione

O Madre,

Arca della nuova alleanza, donaci Gesù, la vera consolazione.

Anfora dello Spirito Santo, intercedi per noi che ti proclamiamo beata.

Cattedrale del grande silenzio, consola i missionari che annunziano la tua gloria alle genti.

7 - Consola I Poveri

 Invitatorio

Il popolo che camminava nelle tenebre
vide una grande luce;
su coloro che abitavano in terra tenebrosa
una luce rifulse.
Hai moltiplicato la gioia,
hai aumentato la letizia.
Gioiscono davanti a te
come si gioisce quando si miete
e come si gioisce quando si spartisce la preda.

Poiché un bambino è nato per noi,
ci è stato dato un figlio.
Sulle sue spalle è il segno della sovranità
ed è chiamato:
Consigliere ammirabile, Dio potente,
Padre per sempre, Principe della pace;
grande sarà il suo dominio
e la pace non avrà fine
sul trono di Davide e sul regno,
che egli viene a consolidare e rafforzare
con il diritto e la giustizia, ora e sempre;
questo farà lo zelo del Signore degli eserciti (Is 9, 1-2; 5-6).

 

Acclamazione

Ave, imperadrice del cielo,
Ave, madre di misericordia
Ave, avochata di noi miseri pecchatori.
Dolcissima regina degli angioli,
Imperadrice del cielo,
Chamera di Spirito santo,
Armario di scienzia (Lauda del XV sec.)

 

Meditazione

Giuseppe Allamano: La Chiesa celebra il mistero della Visitazione di Maria a Elisabetta. Nei tre mesi trascorsi con lei, Maria condusse una vita esternamente ordinaria, ma non in modo ordinario. Faceva come le donne quando vanno ad assistere le vicine in simili circostanze, cioè tutti i servizi della casa. Anche voi dovete santificarvi per questa via e fare tutte le cose bene e unicamente per amore di Dio. È tanto difficile che noi facciamo tutte le cose con retta intenzione! Non è il fare molto che importa, ma il fare tutto bene.

Questo mistero ci insegna che Maria SS. è il canale di tutte le grazie. Fu infatti al suono della voce di Lei, che salutava S. Elisabetta, che Giovanni Battista esultò nel seno della madre e fu santificato (CVV 164).

Irene Stefani: Per amore di Maria, scegli il lavoro più pesante e lascia agli altri quello leggero.
Per amore di Maria, aiuta i tuoi camerati nel loro lavoro.
Per amore di Maria… (anno 1918).

Preghiera

Vergine dei Poveri,
che avanzi nella notte del mondo per chiamare tutte le genti e condurle a Gesù, 
sorgente di grazia e salvezza,
guarda all'umanità intera che brancola nel buio
dell'indifferenza religiosa,
della superstizione,
delle falsità ideologiche e morali,
e invita tutti a perseverare
sulla strada della verità,
della giustizia e della carità.

Vergine dei Poveri,
entra nelle nostre case,
vieni a dimorare
in tutte le nostre famiglie
perché possiamo rispondere
generosamente al tuo invito e tutti noi,
lasciando le nostre comode
abitudini e ogni forma di egoismo,
sappiamo prodigarci nell'annuncio della fede
e per le necessità dei fratelli.

Vergine dei Poveri,
vieni ad alleviare le nostre sofferenze,
addolcisci le pene di quanti sono nella prova del dolore,
ottieni tutte le grazie necessarie
per portare soavemente la croce quotidiana
e prega, o Consolatrice degli afflitti,
per tutti i bisognosi.

Ti imploriamo: non farci mai mancare
La tua sollecitudine Materna,
o madre del salvatore
Madre di Dio. Grazie!

 

Intercessione

O Madre,

Arca della nuova alleanza, donaci Gesù, la vera consolazione.

Anfora dello Spirito Santo, intercedi per noi che ti proclamiamo beata.

Cattedrale del grande silenzio, consola i missionari che annunziano la tua gloria alle genti.

6 - Consola I Missionari

Invitatorio


“L’anima mia magnifica il Signore 
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, 
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. 
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. 
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente 
e Santo è il suo nome: 
di generazione in generazione la sua misericordia 
si stende su quelli che lo temono. 
Ha spiegato la potenza del suo braccio, 
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; 
ha rovesciato i potenti dai troni, 
ha innalzato gli umili; 
ha ricolmato di beni gli affamati, 
ha rimandato a mani vuote i ricchi. 
Ha soccorso Israele, suo servo, 
ricordandosi della sua misericordia, 
come aveva promesso ai nostri padri, 
ad Abramo e alla sua discendenza, 
per sempre” (Lc 1,39-56) . 

Acclamazione

Ave, Maria, ave, 
Regina degli Apostoli. 

Ave, torrente di misericordia. 
Ave, tu, fiume di pace e di grazia. 

Ave, splendore di purezza, 
rugiada delle valli. 
Ave, tu, Madre di Dio 
e Madre del perdono. 

Ave, tu, unica salvezza dei tuoi figli. 
Ave, tu, casa ospitale, 
tempio di Cristo. 

Ave, tu, via alla vita. 
Ave, tu, sposa di Cristo, umile ancella. 

Ave, tu sei indulgente e clemente. 
Ave, tu, cara a Dio, amata sopra tutti.

Meditazione

Giuseppe Allamano: Regina dei missionari e delle missionarie. Crederei di mancare al mio dovere e al mio speciale affetto alla SS. Vergine, se non prendessi tutte le occasioni propizie per parlare di Lei. La Madonna è la Regina dei missionari e delle missionarie. È una grazia poterne parlare; si collabora, in qualche modo, a rea- lizzare la sua profezia: «Tutte le generazioni mi chiameranno beata» (Lc 1,48). Non c’è, infatti, un paese o una borgata dove non vi sia una chiesa, o un altare, o un pilone con l’immagine della Madonna. La pietà mariana è fondata sul Vangelo. Chi più di Gesù amò e onorò la Madonna? La pietà mariana è una necessità. Se non avete la devozione alla Madonna, e non dico solo devozione, ma una tenera devozione, non vi farete santi! (CVV 154).

Irene Stefani: Dovunque ti trovi, prega sempre la nostra Madre Maria SS. Che ti aiuti a superare tutti i pericoli, e a rinforzare la tua fede e la tua speranza (settembre 1926).

 

Preghiera

Santa Maria, donna missionaria, concedi alla tua Chiesa il gaudio di riscoprire, come te, che, apparendo agli albori della rivelazione neotestamentaria accanto a lui, il grande missionario di Dio, lo scegliesti come unico metro della tua vita. Quando essa si attarda all'interno delle sue tende dove non giunge il grido dei poveri, dàlle il coraggio di uscire dagli accampamenti. Nomade come te, mettile nel cuore una grande passione per l'uomo. Vergine gestante come te, additale la geografia della sofferenza. Madre itinerante come te, riempila di tenerezza verso tutti i bisognosi. E fa' che di nient'altro sia preoccupata che di presentare Gesù Cristo, come facesti tu con i pastori, con Simeone, con i magi d'Oriente, e con mille altri anonimi personaggi che attendevano la redenzione.

Santa Maria, donna missionaria, noi ti imploriamo per tutti coloro che hanno lasciato gli affetti più cari per annunciare il Vangelo in terre lontane. Sostienili nella fatica. Ristora la loro stanchezza. Proteggili da ogni pericolo. Dona ai gesti con cui si curvano sulle piaghe dei poveri i tratti della tua verginale tenerezza. Metti sulle loro labbra parole di pace. Fa' che la speranza con cui promuovono la giustizia terrena non prevarichi sulle attese sovrumane di cieli nuovi e terre nuove. Riempi la loro solitudine. Attenua nella loro anima i morsi della nostalgia. Quando hanno voglia di piangere, offri al loro capo la tua spalla di madre. Rendili testimoni della gioia.

(don Tonino Bello)

 

Intercessione

O Madre,

Arca della nuova alleanza, donaci Gesù, la vera consolazione.

Anfora dello Spirito Santo, intercedi per noi che ti proclamiamo beata.

Cattedrale del grande silenzio, consola i missionari che annunziano la tua gloria alle genti.

5 - Consola Chi Ha il Cuore Spezzato

Invitatorio

Consolate, consolate il mio popolo,
dice il vostro Dio.
Parlate al cuore di Gerusalemme
e gridatele
che è finita la sua schiavitù,
è stata scontata la sua iniquità,
perché ha ricevuto dalla mano del Signore
doppio castigo per tutti i suoi peccati (Is 40, 1-2).

Acclamazione

La Madre addolorata stava
in lacrime presso la Croce
su cui pendeva il Figlio.


Come si rattristava, si doleva
la Pia Madre vedendo
le pene del celebre Figlio!


Chi non piangerebbe
al vedere la Madre di Cristo
in tanto supplizio?

 

Vide il suo dolce Figlio
che moriva, abbandonato da tutti,
mentre esalava lo spirito.


Santa Madre, fai questo:
imprimi le piaghe del tuo Figlio crocifisso
fortemente nel mio cuore.


Fammi piangere intensamente con te,
condividendo il dolore del Crocifisso,
finché io vivrò.


Accanto alla Croce desidero stare con te,
in tua compagnia,
nel compianto.


E quando il mio corpo morirà
fa' che all'anima sia data
la gloria del Paradiso ( Jacopone da Todi, Stabat Mater)

Meditazione

Giuseppe Allamano: Bisogna essere devoti dell’Addolorata.

Meditiamo sovente quanto siamo costati alla Madonna, perché Ella fu intimamente unita alla Passione di nostro Signore; tutti i dolori di Lui si riversarono nel cuore della Madre come figli e figlie della Consolata, abbiamo speciale dovere di consolare la Madre nostra, renderla veramente “Consolata”. Non è per nulla che portiamo questo titolo.

Meditando i dolori della Madonna ciascuno dica: «Ha sofferto per me!».

Il culto all’Addolorata rompe la durezza dei nostri cuori e ci fa gustare la preghiera. Onoriamo e consoliamo l’Addolorata, noi figli e figlie della Consolata! (CVV 165).

Irene Stefani: Ricordati di quanto Maria SS. ha fatto per te liberandoti da tante angustie: ringraziala con la preghiera e con la vita. Dio ci ha creati e ha voluto, nella sua bontà, che Maria fosse nostra Madre: viviamo degnamente come suoi veri figli (maggio 1929).

 

Preghiera

Chiunque tu sia,
che nel flusso di questo tempo ti accorgi che,
più che camminare sulla terra,
stai come ondeggiando tra burrasche e tempeste,
non distogliere gli occhi dallo splendore di questa stella,
se non vuoi essere sopraffatto dalla burrasca!

Se sei sbattuto dalle onde della superbia,
dell’ambizione, della calunnia, della gelosia,
guarda la stella, invoca Maria.

Se l’ira o l’avarizia, o le lusinghe della carne
hanno scosso la navicella del tuo animo, guarda Maria.
Se turbato dalla enormità dei peccati,
se confuso per l’indegnità della coscienza,
cominci ad essere inghiottito dal baratro della tristezza
e dall’abisso della disperazione, pensa a Maria.

Non si allontani dalla tua bocca e dal tuo cuore,
e per ottenere l’aiuto della sua preghiera,
non dimenticare l’esempio della sua vita.
Seguendo lei non puoi smarrirti,
pregando lei non puoi disperare.
Se lei ti sorregge non cadi,
se lei ti protegge non cedi alla paura,
se lei ti è propizia raggiungi la mèta.

(San Bernardo da Chiaravalle)

 

Intercessione

O Madre,

Arca della nuova alleanza, donaci Gesù, la vera consolazione.

Anfora dello Spirito Santo, intercedi per noi che ti proclamiamo beata.

Cattedrale del grande silenzio, consola i missionari che annunziano la tua gloria alle genti.

Recenti

Veglia Missionaria 2017

15 Ott 2017 Preghiere Missionarie

Paolo e l’Evangelizzazione Oggi

15 Ott 2017 Missione Oggi

Giornata contro la pena morte. Amne…

15 Ott 2017 Finestra sul Mondo

Le icone russe tra fede, musei e af…

15 Ott 2017 Finestra sul Mondo

XXIX DOMENICA del Tempo Ordinario -…

15 Ott 2017 Domenica Missionaria